X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

BERGAMO – L’Atalanta perde ancora. La formazione di Gasperini cade in casa contro la Sampdoria per 3-1 e si conferma in questa fase della stagione più simile alla squadra travolta dal Napoli nel precedente turno di campionato che a quella devastante in Champions League contro il Midtjylland.

Trova invece continuità Claudio Ranieri, che dopo le vittorie su Fiorentina e Lazio aggancia Gasperini a 9 punti e firma anche il terzo successo consecutivo in campionato grazie alle reti di Quagliarella, Thorsby e Jankto. In vista dell’Ajax, Gasperini ricorre ad un ampio turn over.

Gli unici intoccabili sono Gomez e Ilicic. La prima frazione di gioco è quasi un esercizio di stile dello sloveno che in campo fa un pò quel che vuole tra tunnel, cambi di gioco e dribbling. Ma al 13′ è apparso un pò leggero sul contrasto a centrocampo che ha dato il via all’azione del gol dell’1-0 della Sampdoria.

La rete è un’invenzione di Damsgaard che ruba palla a Ilicic e serve Quagliarella che punta Palomino prima di freddare Sportiello con un mancino secco sul primo palo.

Al 44′ la Sampdoria ha persino l’occasione per raddoppiare ma Quagliarella si fa ipnotizzare da Sportiello. Il 2-0 arriva comunque al 59′: dalla destra Jankto disegna un cross per l’inserimento di Thorsby che di testa batte il portiere avversario. Al 77′ l’Atalanta prova a riaprire la partita con Zapata dagli undici metri ma l’ultima squadra a segnare è la Sampdoria: Keita guida il contropiede e serve a Jankto l’assist per il definitivo 1-3.

In collaborazione con Italpress

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares