X
<
>

Eitan Biran

Tempo di lettura < 1 minuto

TORINO – Questa mattina Eitan, l’unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone, è stato dimesso dal reparto Isola di Margherita dell’ospedale Regina Margherita di Torino. Il bambino è tornato in ambulanza a casa a Pavia accompagnato dalla zia.

«Ora le sue condizioni sono molto migliorate. La sua prognosi è di 60 giorni. Proseguirà il percorso terapeutico dal punto di vista psicologico ed effettuerà future visite di controllo», fanno sapere nel bollettino medico dall’ospedale torinese.

IL SINDACO DI PAVIA: ORA PROTEGGERLO COL SILENZIO

«Credo che dopo tanto clamore, dovuto alla comprensibilissima partecipazione di tutti noi al dolore di Eitan e della sua famiglia, adesso debba subentrare il silenzio: un silenzio rispettoso, garbato, che preservi il bimbo da ulteriori traumi». Così in una nota Mario Fabrizio Fracassi, sindaco di Pavia.

«Sono in stretto contatto con i suoi cari – prosegue il sindaco – e anche da parte loro la richiesta di far calare l’attenzione è forte: me ne faccio portavoce. A Eitan, come Sindaco e come uomo, sono felice di poter dire: bentornato a casa. Ho manifestato alla zia, a nome di tutta la Città, la felicità per le dimissioni dall’ospedale, con un abbraccio e un bacio virtuale al piccolo. Non è ancora il momento di andare a trovarlo di persona: ci sarà tempo più avanti, quello di oggi è solo l’inizio di un percorso. È il momento, invece, di cercare di fargli il dono più prezioso, e in qualche modo più difficile: la tranquillità».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares