X
<
>

L'inviato delle Iene con Matteo Salvini a Catanzaro

Condividi:

CATANZARO – Blitz delle “Iene” davanti alla sede della Lega calabrese a Catanzaro, dove Matteo Salvini è giunto in mattinata per incontrare i vertici regionali del suo partito.

La “Iena” si è fatta largo fra i cronisti per consegnargli una maglietta autografata da Ghali che, domenica scorsa, allo stadio di Milano, gli avrebbe rivolto l’accusa di essere razzista. Salvini è stato al gioco ed ha accettato il dono: una maglietta bianca con scritto il suo nome e quello di Ghali e la firma del rapper.

Il cantante, gli ha spiegato la Iena, “era dispiaciuto del modo e anche del contesto e in segno di distensione, siccome sei un appassionato di magliette e di felpe ti abbiamo portato la maglietta della nazionale tunisina firmata da Ghali”. Salvini l’ha indossata per provarla, non senza aver precisato che la taglia XL è troppo grande per lui che porta la L, ed ha aggiunto che comunque, da tifoso del Milan, andrà allo stadio con maglietta rossonera.

In ogni caso Salvini ha detto di aver gradito il gesto distensivo: “E’ un momento così complicato per gli italiani – ha detto – che perdere tempo per insultarsi allo stadio… Quindi basta, chiede scusa, amici come prima”.

Su invito della “Iena”, Salvini ha anche pronunciato la frase “pace fatta” in arabo ed ha annunciato che regalerà la maglia autografata al figlio diciottenne “che ne sarà felice”. 

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA