X
<
>

Esultanza azzurra dopo la vittoria con il Galles

Tempo di lettura 3 Minuti

L’Italia batte il Galles per 1-0 nella terza e ultima giornata del Girone A di Euro 2020. Gli azzurri, già qualificati agli ottavi di finale, si impongono con il gol di Pessina (39′), centrano il terzo successo di fila e sono primi nel gruppo a punteggio piena.

Il Galles chiude con 4 punti come la Svizzera, che batte 4-1 la Turchia, ma è secondo per la miglior differenza reti e passa agli ottavi. La selezione elvetica può sperare nella qualificazione: può essere ripescata tra le 4 migliori terza. L’Italia tornerà in campo il 26 giugno a Londra.

Cinque azzurri si inginocchiano per mostrare sostegno alla campagna Black Lives Matter prima dell’inizio del match con il Galles. Belotti, Bernardeschi, Emerson, Pessina e Toloi si sono inginocchiati, come hanno fatto tutti i calciatori della nazionale gallese.

LA PARTITA

In formazione ampiamente rimaneggiata -con 8 cambi nello schieramento titolare- l’Italia cerca di fare la partita sin dalle prime battute. Il caldo si fa sentire, il ritmo in avvio non è propriamente forsennato. La Nazionale prende progressivamente il controllo delle operazioni e si insedia nella metà campo avversaria. La pressione azzurra aumenta dal 10′, con le iniziative di Chiesa e Emerson che provano ad allargare la manovra sulle fasce. Il Galles arretra e fatica a ripartire, accontentandosi di arginare la manovra dei padroni di casa. La porta gallese non corre reali pericoli nei primi 20 minuti: Ward deve limitarsi ad un paio di interventi di routine.

Al 24′ Italia pericolosissima. Bernardeschi innesca Belotti, che da posizione defilata prova il diagonale destro: la palla attraversa tutto lo specchio della porta, Chiesa non arriva in tempo per il tap-in. La gara si accende e anche il Galles si fa vivo davanti. Al 26′ Gunter, su corner da sinistra, trova il tempo per il colpo di testa: palla a pochi centimetri dall’incrocio. Dall’altra parte, il più attivo è Chiesa: diagonale potente da posizione defilata, Ampadu devia in corner. L’Italia sfonda al 39′. Punizione di Verratti dalla trequarti destra, Pessina tocca al volo e spedisce la palla nell’angolo: 1-0. Gli azzurri, dopo il vantaggio, mantengono il controllo delle operazioni: a centrocampo giganteggia Verratti, il Galles si accontenta di andare a riposo con lo svantaggio minimo.

La Nazionale gioca in scioltezza anche in avvio di ripresa e al 52′ va vicina al raddoppio. Bernardeschi calcia una posizione da oltre 22 metri, il sinistro si stampa sul palo con Ward battuto. Bernardeschi è protagonista anche dell’azione che al 55′ porta all’espulsione di Ampadou. Il difensore, in ritardo, entra col piede a martello e rifila un pestone all’azzurro: cartellino rosso diretto, Galles in 10 per l’ultima porzione di gara. Serve una gran parata di Ward al 64′ per negare il gol a Belotti, che calcia a botta sicura da pochi passi dopo l’ennesima iniziativa dell’indemoniato Chiesa.

Il Galles esce dalla trincea e va vicinissimo al pareggio al 75′. La torre di Rodon diventa un assist splendido per Bale che, ignorato dalla difesa azzurra, può calciare al volo da ottima posizione: il sinistro è sgangherato, pallone in curva. L’ultimo quarto d’ora scivola via tra una raffica di sostituzioni che non incidono sull’epilogo del match. Italia avanti tutta a punteggio pieno.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA