X
<
>

Condividi:

BARI – L’Ordine dei medici di Bari ha sospeso ieri i primi 23 medici che non risultano in regola con l’obbligo vaccinale.

Il provvedimento è stato preso a seguito dell’istruttoria avviata a fine dicembre dagli Ordini provinciali dei medici. Incrociando le liste dei medici iscritti (10.894 all’Omceo Bari), con l’anagrafe nazionale del Green Pass, 548 i medici risultati inadempienti. Ai medici non vaccinati 5 giorni di tempo per giustificare la propria posizione. Ieri, 23 di loro sono stati sospesi.

L’obbligo vaccinale per il personale sanitario era già stato introdotto ad Aprile 2021. Le verifiche in atto non riguardano più soltanto le Asl ma anche gli Ordini dei medici.  

“I lavori di verifica procederanno nei prossimi giorni e potranno dare luogo a ulteriori sospensioni”, spiega l’Ordine. Al momento l’Ordine dei medici di Bari è uno degli enti a livello nazionale con il più basso tasso di inadempienze: i 548 medici che non risultano al momento vaccinati rappresentato il 5% circa degli iscritti totali, contro una media nazionale dell’8,5%. In tutta Italia sono 15mila i medici che a partire dal 20 dicembre hanno regolarizzato la propria posizione.

Tra i non vaccinati iscritti all’Ordine di Bari figurano però anche molti medici odontoiatri, che non hanno ancora avuto accesso alla terza dose (da fare obbligatoriamente per i sanitari entro il 15 dicembre).

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA