Tempo di lettura < 1 minuto

Litiga con i vicini di casa, poi si sente male e muore stroncato da un infarto. E’ accaduto nella notte a Cicciano, nel Napoletano. Quattro le persone indagate.
    La vittima, Vincenzo De Martini, di 45 anni, è morto all’interno della sua abitazione per arresto cardiocircolatorio.
    I carabinieri, intervenuti nel Rione Gescal, hanno accertato che poco prima l’uomo era stato coinvolto in un litigio per questioni di vicinato con alcuni residenti in un edificio adiacente e che subito dopo l’alterco, rientrato a casa, verosimilmente a causa di patologie cardiache da cui era già affetto, era stato colto da malore ed era morto.
    I soggetti coinvolti nella lite sono stati identificati e denunciati. Si tratta di un uomo e tre donne di età compresa tra i 24 e i 32 anni, ritenuti responsabili di concorso in omicidio preterintenzionale.
    Il corpo dell’uomo è stato portato all’istituto di medicina legale del II Policlinico di Napoli per l’autopsia.
   

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •