X
<
>

Condividi:
1 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) – Stangata per Paul Pogba: il Tribunale Nazionale Antidoping, secondo quanto si apprende, ha accolto la richiesta formulata dalla Procura, squalificando il centrocampista francese della Juventus per 4 anni per la positività al testosterone in un controllo effettuato dopo la partita vinta in trasferta dai bianconeri contro l’Udinese lo scorso 20 agosto, in occasione della prima giornata di campionato.
Per Pogba, 31 anni il 15 marzo prossimo, una sanzione che rischia di mettere fine alla sua carriera in attesa di eventuali ricorsi. A questo si aggiunge la possibile risoluzione del contratto con la Juventus che chiuderebbe un secondo matrimonio disastroso. Dopo la prima esperienza fra il 2012 e il 2016, conclusa con cessione a tre cifre al Manchester United, Pogba era infatti tornato da svincolato nell’estate 2022 ma da allora collezionerà appena 8 presenze: prima la lesione al menisco esterno del ginocchio destro durante la preparazione estiva, il pasticcio della terapia conservativa, l’intervento e il lungo stop che gli costerà anche il Mondiale in Qatar, poi il debutto ufficiale a febbraio e i nuovi problemi fisici che ne limiteranno l’impiego. La stagione 2023-24 doveva essere quella della rinascita ma ecco il controllo antidoping di Udine, la sospensione cautelare e ora la squalifica.
– foto Image –
(ITALPRESS).

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE