X

Un arresto dei carabinieri

Tempo di lettura < 1 minuto

AVREBBE violentato una nipote acquisita anche durante le vacanze estive trascorse in Calabria. Sono queste le accuse nei confronti di un 81enne residente in provincia di Milano, a Cerro Maggiore nel Legnanese, che è stato arrestato dai carabinieri per pedofilia.

L’uomo è F.T., pensionato nato a Bari, mentre la vittima è una nipote acquisita, all’epoca di età inferiore ai 12 anni. L’anziano, sposato, era latitante dal maggio scorso, quando era stato condannato dal tribunale milanese a sei anni di carcere per violenza sessuale su minore.

I fatti contestati sono stati commessi tra il 2000 e il 2006 tra Cerro Maggiore e la Calabria, dove la famiglia trascorreva le vacanze in una casa di proprietà. Da sette mesi l’81enne si era reso irreperibile e, dopo essersi organizzato per vivere in clandestinità, è finito in manette nelle scorse ore nel poliambulatorio di via Risorgimento, a Cerro.

A scoprirlo è stato un carabiniere libero dal servizio che si era recato nel centro prelievi per un esame del sangue e, dopo averlo riconosciuto tra le fila dei pazienti, ha chiamato i colleghi. Nel portafoglio l’anziano, oltre ai documenti veri, aveva una carta d’identità contraffatta, su cui aveva applicato la sua fotografia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares