Tempo di lettura 2 Minuti

MATERA – E’ stato un vero red carpet, quello che ieri sera ha accolto le autorità presenti all’anteprima dell’apertura del Red Carpet, la multisala che aprirà ufficialmente i battenti domani nella zona industriale di La Martella.

La serata ha previsto proiezioni di cortometraggi e film attualmente in programmazione nelle sale italiane.

Buffet per gli ospiti selezionati ad invito e poi anche la seconda parte della serata è stata dedicata ad altri film proiettati nelle otto sale.

L’idea di Giovanni Scarola risale a sette anni fa ma è rimasta tale a lungo, in mancanza di imprenditori disposti ad investire in un progetto di questo livello: una multisala dotata delle tecnologie più avanzate come ad esempio il sistema Dolby Atmos in grado di riprodurre 128 differenti sonorità. Il primo ad essere installato nelle sale pugliesi e lucane, tanto da aver richiesto la presenza di tecnici londinesi che nelle scorse settimane sono venuti a Matera per testare la struttura.

L’idea, dunque, diventa realtà circa un anno fa, come spiega Scarola, quando sulla scorta della designazione di Matera a capitale europea della cultura nel 2019, cominciano i colloqui con due imprenditori di Monopoli e Gioia del Colle che si dicono disponibili a investire.

Oltre 3,5 milioni di euro per creare una struttura come quella che è sorta nell’area industriale di La Martella e che secondo Claudio Castellano e Giambattista Petruzzi ha tutte le potenzialità per diventare fulcro del mercato compreso fra le due regioni.

Entrambi gli imprenditori sono già impegnati nel settore (essendo proprietari di sale a Monopoli, Gioia del Colle, Santeramo e Andria) e dunque conoscono il mercato e la sua evoluzione, già da tempo improntata a strutture polifunzionali.

Quella di Matera conterà su otto sale, di grandezza compresa fra 70 e 170 posti, una caffetteria e l’ area parcheggio per complessivi 15 mila metri quadri di cui 2500 coperti (quelli appunto riservati alle sale).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •