X
<
>

Lo stabilimento della Ferrero a Balvano (alle porte di Potenza): qui vengono prodotti i NutellaBiscuits

Tempo di lettura 2 Minuti

BALVANO (POTENZA) – Nei giorni in cui arriva la notizia dei Sassi immortalati sull’etichetta del vasetto di Nutella in edizione limitata (ogni regione è presente con un luogo), Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil commentano «il legittimo riconoscimento a lavoratori che hanno tenuto attiva la produzione anche durante il periodo di lockdown e degli ottimi risultati di vendita».

A Balvano, infatti, ogni dipendente dello stabilimento dei NutellaBiscuits troverà nello stipendio di ottobre 2.127,74 euro in più per premio di risultato: lo riferiscono le tre sigle sindacali informando che il 17 settembre scorso la direzione aziendale Ferrero si è incontrata in videoconferenza con le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali e con il coordinamento sindacale Ferrero delle rsu e delle rappresentanze sindacali della rete commerciale, da remoto da tutte le sedi interessate del territorio nazionale.

LE 150 NUOVE ASSUNZIONI

L’incontro, previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro, ha consentito alle parti di analizzare gli andamenti di mercato, le prospettive produttive aziendali, i programmi di investimento per gli stabilimenti e le unità aziendali italiane, le tendenze occupazionali nonché le iniziative previste dal vigente accordo integrativo aziendale. L’azienda e le organizzazioni sindacali hanno espresso «piena soddisfazione per le iniziative attuate in tutte le sedi aziendali per fronteggiare l’emergenza Covid19; tali attività hanno consentito a tutti i lavoratori del gruppo di lavorare in piena sicurezza e garantire la continuità dell’attività produttiva, la piena funzionalità del network logistico e un’efficace azione di presidio del mercato. inoltre, sulla base di quanto convenuto nel vigente accordo integrativo aziendale, nel corso dell’incontro si sono esaminati gli andamenti gestionali aziendali e si è determinata la cifra di Plo (premio legato ad obiettivi) per l’esercizio 2019/2020». L’importo massimo raggiungibile, per l’anno in corso, è di euro 2.220,00 lordi ed è determinato dall’andamento di due parametri: il risultato economico, unico per tutta l’azienda (che concorre a determinare il 30% del premio), e il risultato gestionale (70% del premio) legato all’andamento specifico di ogni stabilimento.

Per Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil Basilicata il premio è «il legittimo riconoscimento a lavoratori che hanno tenuto attiva la produzione anche durante il periodo di lockdown, e degli ottimi risultati di vendita per la produzione d’eccellenza a Balvano che sono i Nutella Biscuits. Con tutte le misure di sicurezza adottate – aggiungono – è stato possibile raggiungere gli obiettivi previsti dall’accordo integrativo aziendale, testimoniando che quando c’è sintonia tra azienda e sindacati i benefici arrivano per i dipendenti e per l’impresa. L’alimentare in Basilicata si conferma comparto strategico con un potenziale di nuova occupazione che necessita di azioni ed iniziative specifici», concludono Fai, Flai e Uila.

LEGGI ANCHE:
Biscocrema vs NutellaBiscuits: è lucano il derby del biscotto

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares