X

Il tribunale di Matera

Tempo di lettura < 1 minuto

MATERA – E’ arrivata poco dopo Mezzogiorno la sentenza per il crollo della palazzina di Vico Piave che di fatto ha provocato la morte di due persone nel gennaio del 2014.

Il giudice monocratico Rosa Bia ha condannato a quattro anni di reclusione Paolo Francesco Andrisani e Rossella Bisceglie, a tre anni Francesco Paolo Luceri, a due anni e sei mesi Nicola Andrisani, a un anno e mezzo Emanuele Lamacchia Acito e Delia Tommaselli con il beneficio della sospensione condizionale della pena. Assolti perchè il fatto non sussiste Rosa Andrulli e Eustachio Andrulli perchè il fatto non costituisce reato e il dirigente Francesco Paolo Tataranni per non aver commesso il fatto.

Le pene più alte chieste dal pubblico ministero Annunziata Cazzetta avevano riguardato i progettisti e titolari di alcuni lavori di ristrutturazione che erano in corso, invece pene dimezzate rispetto alla richiesta iniziale per i tecnici del Comune, il funzionario Lamacchia Acito e la dirigente Delia Tommaselli. Il giudice ha previsto anche un risarcimento del danno che dovrà essere quantificato dal giudice civile in un altro processo per le parti civili.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares