X

La sede del centro don Gnocchi a Tricarico

Tempo di lettura 2 Minuti

MATERA – Traspare preoccupazione dalle parole del sindaco di Montescaglioso Vincenzo Zito a proposito della storia che riguarda un uomo anziano, 88 anni, risultato positivo al tampone per il Covid 19 e ricoverato fino a mercoledì al centro di riabilitazione don Gnocchi (LEGGI QUI).

«Sto ancora raccogliendo tutti quanti i dati di quanto è avvenuto e spero si tratti di un caso isolato, non so come sia potuto succedere» racconta Zito.
«L’uomo è stato dimesso dal centro di riabilitazione don Gnocchi di Tricarico dove era in cura nella giornata di mercoledì, a quanto mi riferiscono i familiari già riferiva del mal di gola e nei giorni immediatamente successivi anche qualche linea di febbre che hanno portato all’intervento provvidenziale in questo caso del medico di famiglia. Il dottore si è subito reso conto della situazione ed è scattata la procedura che ha portato sabato mattina a fargli il tampone che è risultato essere positivo come da responso comunicato nella notte di sabato» ha spiegato Zito.

«Ora mi sto facendo alcune domande a cominciare da se sia possibile dimettere queste persone? C’erano già i sintomi del Covid come ad esempio il mal di gola? Ci sono altri che sono stati dimessi nella passata settimana e che sono nella stessa situazione? Voglio raccogliere gli elementi e le risposte a questi interrogativi prima di decidere cosa fare. Per fortuna ad oggi l’anziano è stato immediatamente ricoverato all’ospedale di Matera, la sua famiglia che era stata posta subito in quarantena fiduciaria è comunque risultata negativa al tampone per cui abbiamo frenato da subito qualsiasi tipo di rischio rispetto al controllo di quanto stava accadendo».

L’attenzione però su questi eventi rimane massima e anche la preoccupazione per fenomeni che possono sfuggire al controllo da parte dei sindaci e sviluppare focolai sono monitorati adesso con una grande attenzione.

Rispetto a questa situazione rimangono gli interrogativi che il primo cittadino di Montescaglioso non ha evidentemente lesinato e che hanno consentito di fatto di affrontare anche la questione di ciò che è successo nei giorni immediatamente precedenti all’allarme scattato alla don Gnocchi per i casi di positività che sono stati accertati in questi giorni e su cui evidentemente anche la task force regionale potrà provvedere ad intervenire.

L’obiettivo dovrà essere quello evidentemente di effettuare tutti quanti i controlli del caso così come lo stesso sindaco di Montescaglioso aveva sottolineato in questo caso grazie al provvidenziale intervento del medico di famiglia.

Aspettare nell’affrontare la situazione o nell’effettuare il tampone avrebbe potuto portare ad un’evoluzione diversa che al momento pare essere stata sostanzialmente scongiurata.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares