I carabinieri di Melfi mostrano il fucile calibro 12 da cui è partito un colpo sparato in aria

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura < 1 minuto

MELFI (PZ) – Tre persone, armate di un fucile calibro 12 da cui è partito un colpo sparato in aria e che non ha colpito nessuno, hanno fatto la notte scorsa una rapina (bottino circa 500 euro) in un bar-ristorante di San Nicola di Melfi (Potenza): al termine di un inseguimento, l’automobile utilizzata dai tre si è ribaltata e i Carabinieri del Comando provinciale di Potenza hanno arrestato un uomo di Melfi, di 36 anni, con precedenti penali.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori dell’Arma, i tre hanno rubato l’auto, una «Fiat Uno», a Rionero in Vulture (Potenza), poco prima della rapina: sono poi entrati nel locale e hanno sparato il colpo di fucile, riuscendo a portare via il registratore di cassa con l’incasso della serata.

L’inseguimento dei Carabinieri si è concluso nei pressi di Lavello (Potenza) dove il 36enne è stato fermato e dove i militari sono riusciti a recuperare anche il fucile e il bottino della rapina. Le altre due persone che hanno preso parte alla rapina sono ricercate.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA