X
<
>

Vincenzo Tiri tiene alto il nome della pasticceria di famiglia nata nel 1957

Tempo di lettura 2 Minuti

IN un momento di estrema incertezza e di grande sofferenza per il settore produttivo, Artisti del Panettone si evolve per diventare uno strumento concreto di promozione e supporto del prodotto simbolo del Natale per eccellenza e degli operatori che lo realizzano. E il lucano Vincenzo Tiri è della partita, essendo nello staff della terza edizione del format, che rientra negli appuntamenti di “Happy Natale Happy Panettone”: l’iniziativa promossa da Confcommercio Milano si trasforma diventando digitale, nel rispetto delle normative di sicurezza anti Covid. Il 12 e il 13 dicembre il pubblico potrà accedere alle masterclass digitali e ai diversi appuntamenti che avranno luogo nelle storiche sale di Palazzo Bovara in corso Venezia a Milano, sede del Circolo del Commercio di Confcommercio Milano, organizzati in collaborazione con Apci – Associazione Professionale Cuochi Italiani, MNcomm e le associazioni aderenti alla Confcommercio milanese e con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Milano e Camera di Commercio.

La formazione 2020 degli Artisti del Panettone, guidata dal capitano Sal De Riso, vincitore della passata edizione, è composta, oltre che dal pasticcere di Acerenza, da Luigi Biasetto, Vincenzo Santoro, Paolo Sacchetti, i fratelli Giuseppe e Prisco Pepe, Andrea Tortora, Maurizio Bonanomi, Stefano Laghi, Carmen Vecchione, Andrea Besuschio, Stefano Laghi e Francesco Borioli del collettivo Infermentum. Al fianco dei pasticceri scenderanno in campo anche chef del calibro di Claudio Sadler, Andrea Provenzani, Tommaso Arrigoni, Vincenzo Butticé, Massimo Moroni e Fabio Zanetello che daranno una personale interpretazione salata del panettone..

Anche quest’anno Artisti del Panettone torna in tv con quattro puntate dedicate al mondo della pasticceria artigianale con un focus sui lievitati, che andranno in onda all’interno di due speciali natalizi il 12 e il 19 dicembre alle 18.00 su Sky Uno (canale 108, digitale terrestre canale 455). Non manca l’abbinamento con il concorso omonimo, ideato e realizzato in partnership con La Gazzetta dello Sport: il numero uno della classifica di Gazzetta entrerà nella competizione finale.

Per Tiri si tratta dell’ennesimo riconoscimento nazionale: proprio due giorni fa si è classificato primo nel concorso di Dissapore, sito specializzato tra i più prestigiosi e seguiti. «Una consistenza che non sembra appartenere a questo mondo, soffice come una nuvola si compatta in bocca per sciogliersi poi in un vortice di burro e vaniglia», così l’articolo. «Non è stato facile creare un Pandoro che fosse all’altezza del nostro Panettone – ha commentato Tiri –. Ci sono voluti ben 4 anni per renderlo estremamente soffice, leggero e gustoso come ci si aspetta da un lievitato firmato Tiri. Abbiamo deciso di utilizzare ben 3 lieviti naturali (tra cui uno fatto arrivare direttamente da San Francisco) per creare il Pandoro migliore d’Italia».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares