Tempo di lettura 2 Minuti

VIGGIANO – Dopo aver attraversato 20 comuni diversi in un tour di 25 concerti, anche fuori i confini regionali, la carovana de Gli Amarimai, il gruppo di musica popolare della Val d’Agri, si appresta ad affrontare un autunno dedicato alla preparazione di due album. Il primo riguarda la prosecuzione del precedente “Il Circo della Musica Popolare”, che idealmente prosegue il percorso già iniziato, focalizzando la ricerca musicale solo sulle sonorità lucane. «Come un viaggio di ritorno che la carovana del Circo farà in Basilicata – ha commentato Giovanni Romagnano, leader del gruppo – dopo essere stato in giro per il Sud Italia». Il cd precedente, infatti, aveva anche alcune incursioni nella pizzica e nelle tarantelle garganiche, mentre il prossimo, che sarà in uscita nel mese di maggio del 2017, sarà interamente dedicato alla Lucania. 

Il secondo album invece ricalca un sentimento intimo e profondo, quale la devozione alla Madonna di Viggiano, che Gli Amarimai, “viggianesi doc”, sentivano in dovere di esprimere artisticamente. Una ricerca etnomusicale che vedrà la sua uscita nel mese di settembre 2017, con 9 brani, di cui 4 tradizionali, 4 riarrangiati con contaminazioni afro-cubane, e uno composto appositamente da Gli Amarimai. Contestualmente a questi importanti lavori in cantiere, vedremo ancora la compagine valligiana in concerto in alcune piazze già dal prossimo mese di settembre, come per esempio sabato 10 in piazza Roma a Montescaglioso (Mt) per il IV Festival dell’Abbazia dell’Organetto e della Fisarmonica Diatonica. 

Didascalia foto:
Gli Amarimai a Grumento Nova per la Festa del Vino (dalla pagina fb della band)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •