X
<
>

Gino Strada

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Sulla sua pagina Twitter, con 35mila follower, Gino Strada si presenta come “chirurgo di guerra, fondatore di Emergency, vincitore del Right Livelihood Award 2015, (il premio Nobel alternativo)” e chiude con la frase che sintetizza il suo credo: “La guerra non si può umanizzare, si può solo abolire” di Albert Einstein.

SANITA’ CALABRIA: DELEGA SPECIALE A STRADA E GAUDIO COMMISSARIO

Gino Strada, Luigi all’anagrafe – anche lui nella squadra per l’emergenza Covid in Calabria, con una delega speciale – è nato a Sesto San Giovanni, nel milanese, 72 anni fa. Dopo la laurea in medicina e chirurgia, nel 1978, nell’Università Statale di Milano si è poi specializzato in chirurgia d’urgenza. Per un decennio si è specializzato nella chirurgia cardio-polmonare seguendo corsi e facendo pratica in diversi ospedali e università in giro per il modo: a Stanford e Pittsburgh, negli Usa; all’Harefield Hospital, nel Regno Unito; al Groote Schuur di Città del Capo in Sudafrica.

La passione per curare le vittime di guerre e conflitti nelle aree più disagiate del pianeta prende piede dopo un’esperienza come volontario per la Croce Rossa. È in questo periodo, alla fine degli anni ’80 e nei primi dei ’90, che si rende conto che la maggior parte delle vittime delle guerre sono civili e poveri, ben il 90% secondo le stime di Emergency. Insieme alla moglie, Teresa Sarti scomparsa nel 2009, ed a un gruppo di amici medici legati da stesse passioni e stessi valori, decide nel 1994 di fondare Emergency, l’associazione umanitaria che vuole avere come obiettivo, in particolare, quello di prestare cure alle vittime delle mine antiuomo e chiederne l’abolizione. La moglie di Strada è stata presidente di Emergency dalla fondazione fino alla sua scomparsa.

Emergency ha ottenuto negli anni attestati e riconoscimenti a livello internazionale, riuscendo a fornire assistenza medico-chirurgica ad oltre 6,5 milioni di persone e prestando aiuto umanitario con i suoi ospedali in Iraq, Afghanistan, Cambogia, Serbia, Eritrea, Sierra Leone, Sudan, Algeria, Angola, Palestina, Nicaragua, Sri Lanka.
Emergency è divenuta Onlus nel 1998, e l’anno successivo, nel 1999, ha acquisito lo status di Organizzazione Non Governativa, Ong. Dal 2006 è stata riconosciuta come partner delle Nazioni Unite – Dipartimento della Pubblica Informazione. Dal 2015 Emergency fa parte del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite (Ecosoc) come associazione in Special Consultative Status, mentre, dal 2018 è divenuta partner ufficiale dell’European Union Civil Protection and Humanitarian Aid. Gino Strada, attualmente, ricopre il direttore esecutivo di Emergency.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares