X
<
>

L'ingresso in chiesa del feretro di Antonio Carbone

Condividi:

PAOLA – Questa mattina, alle ore 9,30, presso la chiesa nuova del Santuario di San Francesco di Paola, il vescovo dell’arcidiocesi di Cosenza-Bisignano, Francescantonio Nolè, ha celebrato i funerali del maresciallo dei Carabinieri Antonio Carbone.

L’uomo era deceduto lunedì scorso in un lido balneare di Paola (LEGGI) a seguito di un presunto arresto cardiocircolatorio sopraggiunto dopo una violenta aggressione verbale subita da un cosentino di 28 anni che era stato richiamato dal militare (fuori servizio) per il lancio di una cicca di sigaretta in mare.

Il feretro è stato esposto presso una Casa funeraria della Città e, stamane, in forma pubblica, si è svolta la cerimonia funebre.

“Non fiori ma donazioni ad opere caritative e sociali”, ha chiesto la famiglia, dopo aver ringraziato “tutti coloro i quali hanno dimostrato affetto e vicinanza” ai congiunti del 56enne di origini paolane.

Presente con la fascia tricolore, tra gli altri, il sindaco Roberto Perrotta, che assieme all’Amministrazione comunale ha ringraziato il maresciallo Carbone, stringendosi attorno ai parenti: “Ai congiunti il nostro abbraccio caloroso e solidale ed il nostro saluto affettuoso e deferente”.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA