X
<
>

Il luogo dove si trovavano i migranti

Tempo di lettura 2 Minuti

AMANTEA – Dopo le proteste dei giorni scorsi (LEGGI) i migranti risultati positivi al Coronavirus Covid-19 che erano stati trasferiti ad Amantea saranno spostati.

Mezzi della Crocerossa Italiana, infatti, sono arrivati nella tarda mattinata ad Amantea per il trasferimento dei 13 migranti positivi nell’ospedale militare del Celio a Roma.

La decisione, assunta dal Viminale, si è resa necessaria per consentire ai migranti di essere curati e assistiti.

«Apprezzo il gesto del Viminale sulla vicenda di Amantea – ha dichiarato la presidente della Regione Calabria, Jole Santelli che negli scorsi giorni aveva chiesto il blocco navale (LEGGI) – ma come sa perfettamente il Ministro Lamorgese il problema rimane».

In particolare, la Santelli ha evidenziato che «per contrastare il pericolo di diffusione del Covid-19 occorrono unità navali destinate all’assistenza e alla sicurezza sanitaria dei migranti. Pertanto, in una fase emergenziale come quella attuale, è necessario monitorare le coste calabresi ed evitare gli sbarchi».

AGGIORNAMENTO ORE 22
È arrivato alle 21.30 il pullman della Croce rossa inviato da Viminale per trasferire i 13 immigrati contagiati da Covid-19 presso l’ospedale militare della Capitale. Il trasferimento dei migranti ha avuto inizio alle 21.40 e le operazioni sono state ultimate alle 22. Presenti alle operazioni Carabinieri, personale dell’Asp, Polizia di Stato e Protezione civile. Ai ragazzi sono stati consegnati dei viveri e una volta a bordo prima di partire, hanno salutato con la mano tutti coloro i quali erano presenti sul posto. Il pullman è stato scortato dalle forze dell’ordine fino all’uscita dal paese. (Stefania Sapienza)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares