X
<
>

Franca Melfi con il sindaco e il vicesindaco di Oriolo

Tempo di lettura 2 Minuti

ORIOLO (COSENZA) – Il consiglio comunale, con voto unanime, ha conferito la Cittadinanza Onoraria della Città di Oriolo alla dottoressa Franca Melfi, chirurgo toracico e madre della robotica applicata alla chirurgia con il robot Da Vinci per interventi non invasivi (LEGGI).

La sobria ma pregnante cerimonia con la simbolica consegna delle chiavi della cittadina dell’Alto Jonio cosentino in cui Franca Melfi è vissuta, è stata ospitata nella suggestiva Sala delle Bandiere, nel Castello medievale, alla presenza dell’intero consiglio comunale riunito in seduta straordinaria.

Dunque, dopo Trebisacce che ha conferito la cittadinanza onoraria il 23 agosto del 2018, anche Oriolo riconosce in Franca Melfi una cittadina onoraria. Docente di Chirurgia toracica dell’Università di Pisa, direttrice del Centro Robotico multidisciplinare dell’Aoup e coordinatrice del Comitato Tecnico Scientifico del Polo di Chirurgia Robotica della Regione Toscana, è stata pioniera nel campo della chirurgia robotica, ricevendo numerosi premi nazionali ed internazionali.

Eccellenza internazionale, punto fondamentale di riferimento e tutor europeo per la Chirurgia Robotica, Franca Melfi è impegnata in progetti di ricerca presso l’università di Pisa, in collaborazione con altre Istituzioni cliniche, nella ricerca del tumore polmonare nelle donne, nella cura delle patologie polmonari e mediastiniche.

La dottoressa Melfi, legata profondamente negli affetti al paese di Oriolo, dove ritorna appena possibile, è ritenuta parte integrante della comunità oriolese. La cittadinanza onoraria è stata conferita a Franca Melfi “per il prestigio conseguito in Italia e all’estero attraverso gli studi e l’insegnamento, il prezioso e straordinario contributo profuso nella ricerca in campo medico di alta specializzazione in Chirurgia Toracica Robotica, conseguendo, per merito delle sue doti umane, risultati di assoluto rilievo scientifico”.

Tra l’altro, come riferisce il marito di Franca Melfi, dottore Antonio Martire, la Dottoressa ha in cantiere un nuovo progetto, già in fase avanzata e di prossima realizzazione, di un nuovo istituto dell’alta tecnologia per l’addestramento delle nuove generazioni “Theater Institute”.

“La sua vita – riferisce il sindaco Simona Colotta –, è una testimonianza di impegno, di curiosità della conoscenza ma anche di altruismo perché più che una professione, quella medica è una vera e propria missione. E la testimonianza della sua vita può rappresentare un esempio per le nuove generazioni, Lei che ben rappresenta il talento e le capacità di tutte le donne della Calabria e dell’Alto Ionio”.

Il suo impegno di studio, di dedizione alla ricerca in campo medico può, dunque, essere da sprone per tutti i nostri giovani giacché dimostra loro quanto la passione, la perseveranza e la determinazione possano portare lontano e a raggiungere grandi obiettivi. “La nostra comunità – ha chiosato Simona Colotta –, è orgogliosa dei risultati sempre più prestigiosi che la dottoressa Melfi consegue ed è onorata di poterla chiamare concittadina di Oriolo”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA