X

Tempo di lettura 2 Minuti

CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA) – «Enel, impiego immediato dei due lavoratori fino alla fine dei lavori della ditta e sottoscrizione di un protocollo tra Enel, Istituzione e sindacati volto a garantire l’impiego dei lavoratori storicizzati. La proposta è stata accettata dai lavoratori che sono scesi dalla ciminiera della ex centrale».

Questo l’esito finale della trattativa avviata dopo la protesta di alcuni lavoratori che erano saliti per protesta sulla ciminiera della centrale Enel (LEGGI) protraendo la protesta per diversi giorni (LEGGI), a darne notizia è l’Assessore al Lavoro del comune di Corigliano Rossano, Tatiana Novello, che ha espresso «soddisfazione per la risoluzione della questione seguita ad una ininterrotta attività di mediazione tra le parti da parte dell’Amministrazione Comunale».

Inoltre, anche a nome del sindaco Flavio Stasi la Novello «rinnova il ringraziamento ad Enel SpA per la disponibilità e la volontà di dialogo in questa complicata trattativa e alla CGIL Pollino-Sibari-Tirreno, per il suo fondamentale intervento nel raggiungimento dell’obiettivo e alle forze dell’ordine impegnate a presidiare il sito in questi giorni. È stata garantita la incolumità dei lavoratori, la sicurezza della centrale e rafforzata la partnership tra l’Azienda, le organizzazioni sindacali confederali e l’Istituzione».

Infine, «sarà costituito un tavolo per la sottoscrizione di un protocollo atto a definire strumenti a garanzia dei lavoratori. L’ulteriore obiettivo raggiunto garantirà l’impiego di maestranze locali ed il monitoraggio dello stesso, con particolare riguardo ai lavoratori storicizzati»

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares