X
<
>

Il municipio di Cosenza

Condividi:
1 minuto per la lettura

COSENZA – E’ nato il Comitato Cittadino apartitico denominato “Progetto Città Unica” composto da numerosi cittadini interessati alla cosa pubblica. Il presidente è l’avvocato Matteo Petramala. “Progetto Città Unica” si prefigge un duplice scopo, da un lato informare con chiarezza i cittadini sul tema della fusione dei comuni in generale e – nello specifico – su quella che interessa il nostro territorio; dall’altro, dare al percorso verso la città unica di Cosenza un concreto impulso democratico necessario a rappresentare trasversalmente le esigenze di tutti dinanzi alle istituzioni politiche e amministrative.

“Riteniamo che la Città Unica di Cosenza – è scritto in un comunicato del comitato – non debba avere colore o bandiera politica poiché rappresenta una irrinunciabile occasione per tutto il territorio interessato e quello limitrofo. ”Progetto Città Unica” crede che la fusione dei Comuni di Cosenza, Rende e Castrolibero rappresenti un’occasione unica di riorganizzazione più efficiente dei servizi ai cittadini nonché un’opportunità di ottimizzazione dei costi. Crediamo, soprattutto, che la Cittadinanza sia rimasta ai margini del dibattito politico incentrato esclusivamente su lotte di potere e bieche gelosie: un’occasione simile non può essere preda di vacui campanilismi o sordidi opportunismi”.

“La Città Unica di Cosenza – conclude il comunicato del comitato – è anzitutto un’occasione di sviluppo culturale e democratico della comunità, è un’affermazione di identità ed evoluzione allo stesso tempo: appartiene a tutti, e tutti devono prendervi parte. Con questo comunicato intendiamo lanciare un appello alla nostra comunità ed al nostro territorio: riuniamoci in un confronto aperto affinché le voci di ciascuna parte sociale possano raggiungere compiutamente le istituzioni competenti”.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE