X
<
>

Monsignor Giuseppe Satriano

Tempo di lettura 3 Minuti

È mons. Giuseppe Satriano, finora arcivescovo di Rossano-Cariati, il nuovo arcivescovo metropolita di Bari-Bitonto. Il Bollettino odierno della Santa Sede dà notizia della nomina di Papa Francesco, che ha contestualmente accettato le dimissioni dal governo della Chiesa barese di mons. Francesco Cacucci per raggiunti limiti d’età.

Il Codice di diritto canonico, infatti, prevede che i vescovi, al compimento del 75esimo anno d’età, presentano al Romano Pontefice la rinuncia al governo pastorale della diocesi. Mons. Cacucci, classe 1943, arcivescovo di Bari-Bitonto dal 1999 (dopo che ne era stato ausiliare dal 1987 fino alla nomina a vescovo di Otranto, nel 1993), aveva già presentato la rinuncia nel 2018, ma Papa Francesco lo aveva confermato per altri due anni alla guida della diocesi barese.

Oggi arriva, quindi, l’accettazione delle dimissioni e la nomina del suo successore. Un ritorno nella sua regione d’origine, la Puglia, per mons. Satriano. Mons. Satriano, sacerdote della diocesi di Brindisi – dove è stato anche vicario generale, dal 2003-, veniva eletto alla sede arcivescovile di Rossano-Cariati il 15 luglio 2014, dallo stesso Papa Francesco, a seguito della nomina, ad ottobre 2013, dell’arcivescovo Santo Marcianò come ordinario militare per l’Italia.

Dopo poco più di sei anni di ministero episcopale a Rossano, in Calabria, quindi, mons. Satriano ritorna in Puglia, quale arcivescovo metropolita di Bari-Bitonto. In altri tempi (neanche troppo lontani, a dire il vero) avremmo parlato di “promozione”, considerando il trasferimento ad una sede “metropolitana”. Ma “promozione” non è una parola presente nel vocabolario di Papa Francesco, soprattutto per quanto riguarda i vescovi. Proprio ai vescovi, Papa Bergoglio ha chiesto, in diverse occasioni, di abbandonare ogni ambizione alla carriera e al potere.

La nomina di mons. Satriano deve essere così compresa (con ogni probabilità) alla luce dell’esigenza, avvertita dalla Santa Sede, di eleggere per Bari un pastore che conoscesse bene il territorio e le dinamiche sociali di quella realtà, oltre a possedere sensibilità spirituale e capacità di governo.

Intanto si apre un nuovo capitolo per la diocesi di Rossano-Cariati: chi sceglierà Papa Francesco quale successore, in questa Chiesa locale, di mons. Satriano? La risposta forse non arriverà prima di qualche mese. Staremo a vedere.

Chi è Mons. Giuseppe Satriano

S.E. Mons. Giuseppe Satriano è nato l’8 settembre 1960 a Brindisi, nell’omonima Arcidiocesi. Dopo gli studi al Liceo Scientifico di Brindisi è entrato nel Seminario Regionale di Molfetta, dove si è formato al Sacerdozio.

È stato ordinato presbitero il 28 settembre 1985 per l’Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni.

Nel 2012 ha conseguito la Licenza in Bioetica presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma.

Ha svolto i seguenti incarichi: Educatore e Padre Spirituale nel Seminario Diocesano di Ostuni, con la Responsabilità di seguire il Gruppo di Orientamento Vocazionale (1984-1993); Insegnante di Religione presso la Scuola Media statale S. Giovanni Bosco e al Liceo Scientifico statale L. Pepe di Ostuni (1985-1997); Vicario Parrocchiale della Parrocchia Maria Ss. Annunziata di Ostuni (1993-1997); Sacerdote fidei donum in Kenya-Marsabit, prima come collaboratore e poi come Parroco
(1997-2000); Rettore del Seminario Diocesano (2001-2003). Nel 1985 è divenuto Canonico mansionario e nel 1991 Canonico del Capitolo Cattedrale di Ostuni.
È stato Vicario Episcopale per il Clero e la Vita Consacrata, Cappellano del Villaggio Turistico Rosa Marina di Ostuni, Responsabile del Diaconato permanente e dei ministeri istituiti, Assistente delle Missionarie della Regalità, Coordinatore dei Sacerdoti Missionari della Regalità, Responsabile della formazione dei Sacerdoti giovani, Delegato del Consiglio Affari Economici, Segretario Generale del Sinodo Diocesano.

Nel 2003 è stato nominato Vicario Generale.

Eletto alla sede arcivescovile di Rossano-Cariati il 15 luglio 2014, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 3 ottobre successivo.

È Segretario della Commissione per l’Evangelizzazione dei Popoli e la Cooperazione tra le Chiese della C.E.I.. Nella Conferenza Episcopale Regionale presiede la Commissione per la Dottrina della Fede, l’Annuncio e la Catechesi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares