X
<
>

Denise alle prese con la preparazione dei pomodori

Tempo di lettura 3 Minuti

COSENZA – L’amore per la Sila di Luke e Denise, la giovane coppia di Singapore che nel luglio scorso si era ufficialmente presentata sui social alla Calabria intera, manifestando l’intenzione di trasferirsi definitivamente nella nostra terra, con il passare del tempo si è rafforzato attraverso la scoperta e la condivisione di antiche tradizioni che li vedono sempre protagonisti entusiasti.

Luke Otter e la signora Bina Capalbo

“Bina, la nostra padrona di casa e ormai mamma calabrese – spiega Luke – ci sta insegnando come si vive in Calabria e precisamente a Piano D’Arnice, una frazione di Acri in provincia di Cosenza dove stiamo, attraverso la conservazione dei cibi e la preparazione di ricette tradizionali. Abbiamo fatto la passata di pomodoro, la pizza nel forno a legna e siamo andati insieme a raccogliere i funghi. Sono ormai quattro mesi che siamo in Sila e amiamo questo luogo ogni giorno di più. Credo che ci fermeremo qui ancora per molto tempo”.

Luke Otter, 34 anni, è un biologo che si è trasferito a Singapore quando aveva 18 anni. E proprio nella piccola nazione asiatica ha incontrato Denise che di professione fa l’ingegnere e si sono sposati. Entrambi lavorano a distanza.

Il piatto preferito di Luke sono le melanzane ripiene e con la moglie condivide la passione per i cibi piccanti. “Noi veniamo dalla città – continua Luke – non conosciamo i segreti della terra ed è per questo che siamo affascinati da questo nuovo mondo che ora abbiamo la possibilità di esplorare. Per fortuna la nostra mamma calabrese, seppur non parli l’inglese, ci sta insegnando tante cose. Lei sa tutto sul cibo e sui funghi ed è anche dotata di grande pazienza”.

Ride Luke, come farebbe un bambino davanti a un giocattolo nuovo che lo incuriosisce e lo attrae irresistibilmente. La stessa attrazione che prova chi lo ascolta quando parla della sua mamma calabrese che lo ha accolto e lo ha aiutato a integrarsi in una realtà dai ritmi lenti, tanto diversa da quella a cui era abituato.

Bina Capalbo e suo marito hanno conosciuto i due ragazzi di Singapore quando erano alla ricerca di una casa per iniziare la loro avventura in Sila, e da quel momento le loro vite sono andate nella stessa direzione.

I figli di Bina per lavoro sono stati costretti ad andare lontano e Luke e Denise con la loro curiosità e l’entusiasmo contagioso, riempiono le sue giornate.

Denise mostra le pizze cotte nel forno a legna

“Sono due ragazzi molto corretti, eccezionali – spiega Bina – e sono molto felice di averli conosciuti. So che mi definiscono la loro mamma calabrese ma ciò che io faccio è soltanto quello di aiutarli a comprendere meglio la realtà che li circonda. Per loro qualunque cosa è una novità assoluta e io cerco di coinvolgerli in ogni attività che svolgo. Finora gli ho fatto fare il pane, le conserve, la pizza e devo dire che Denise è bravissima, lei osserva attentamente tutti i passaggi e subito dopo è capace di riprodurli fedelmente. È una gioia e una soddisfazione averli intorno e poi come calabresi, noti in tutto il mondo per la sapiente arte dell’accoglienza, abbiamo il dovere morale di ricambiare tutto l’amore che Luke e Denise ci dimostrano giorno per giorno”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA