Rocco Buffone durante la sua intervista a Masterchef

Tempo di lettura 2 Minuti

Si chiama Rocco Buffone, ha 28 anni, ed è un insegnante di Chimica di Amantea

COSENZA – È partito dalla sua Amantea dalla costa tirrenica cosentina per andare a insegnare Chimica nel Bresciano, a Urago d’Oglio. Ma per Rocco Buffone, 28 anni, nato a Cetraro, si sono appena spalancate le porte della cucina più importante della tv, quella di Masterchef. Entrato nei venti concorrenti che daranno vita allo show su Sky si appresta a questa avventura che darà sfogo alla sua passione per cucina, nella quale convergono la chimica e gli ingredienti tipici della sua Calabria

«Sono un insegnante di chimica molto realizzato professionalmente, ma con una forte nostalgia di casa – dice di sè stesso nella intervista sul sito del programma (QUESTO IL LINK) – per questo motivo alterno spesso il mio stato d’animo, da entusiasta divento malinconico, sono quindi pronto a rivalutare completamente tutta la mia vita. Mi definisco solare, ma al tempo selettivo e voglio avere sempre l’ultima parola».

Da dove nasce la passione di Rocco per la cucina? «Nasce come necessità: ho iniziato a cucinare durante l’università per sopravvivenza, partendo da una semplice pasta, aglio, olio e peperoncino, poi, mettendomi alla prova con piatti più elaborati, ho capito che la la necessità si stava trasformando in passione. Mi piace molto sperimentare, cosa che del resto faccio nella vita in generale. Mi piace confrontarmi con culture gastronomiche diverse dalla mia anche se “La Frittata della nonna” è per me un grande classico intramontabile».

Qual è l’obiettivo di Rocco a Masterchef? «Nella vita punto sempre al meglio e il mio più grande sogno è semplicemente raggiungere un certo livello nelle attività che mi appassionano e in cui ho competenze. MasterChef per mettermi in gioco… tutto ciò che accadrà dopo sarà per me una nuova esperienza»

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •