Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – Nicola Adamo, ex vicepresidente della Regione Calabria coinvolto nell’inchiesta Rinascita-Scott condotta dal procuratore Nicola Gratteri, non è più sottoposto al divieto di dimora.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SULL’OPERAZIONE RINASCITA SCOTT

Lo ha deciso il gip di Catanzaro Barbara Saccà. La revoca porta la data del 16 gennaio scorso, ma se n’è avuta notizia solo oggi in occasione della partecipazione dello stesso Adamo al funerale, a Crotone, dell’ex deputato dell’Ulivo Rocco Gaetani, morto a causa di un infarto. Adamo è accusato di traffico di influenze illecite.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •