X
<
>

Condividi:

CATANZARO – Dopo la pausa domenicale e i dati imbarazzanti soprattutto in provincia di Cosenza (solo 11 casi a fronte dei 114 rilevati invece ieri), sale nuovamente il numero dei casi positivi in Calabria. Sono 414 con 3.911 tamponi fatti ed un rapporto tamponi-positivi del 10,58%.

Sempre più vicina la soglia dei mille morti dall’inizio dell’epidemia in Calabria a fine febbraio 2020. I decessi registrati ieri sono 9 con il totale il totale arriva a 996. In caso, seppur lieve, i ricoveri sia in area medica, -8 a 474, sia in terapia intensiva, -1 a 45.

Resta sempre sopra la soglia di saturazione (40%) il tasso di occupazione dei posti letto in reparto, sceso al 49% (-1%) mentre quello delle rianimazioni è al limite del limite di allerta (30%) con il 29% stabile. Dall’ultimo bollettino rilevata anche un’impennata dei guariti (+601), per un totale di 43.034. Anche ieri il maggior numero di positività è stata riscontrata nel reggino (129), seguito dal cosentino (114).

Sul fronte vaccinale, dopo i buoni risultati del Vax day del 24 e 25 aprile, l’esperienza sarà ripetuta. Il Consiglio regionale, infatti, ha approvato ieri una mozione per una Vax day di 4 giorni in concomitanza con la festa di san Francesco Da Paola (LEGGI).

Quattro giorni dall’1 al 4 maggio. Le modalità con le quali si potrà accedere alla vaccinazione sono state rese note, in maniera indiretta, dall’Asp di Cosenza.

Le vaccinazioni anche in questo caso saranno riservate alla fascia d’età 60/79 anni, ai caregiver e ai docenti di ogni ordine e grado e agli ultraottantenni ancora in attesa di vaccino. Anche in questo caso non si tratta di un sistema di vaccinazione libera: sarà comunque necessario prenotare la propria dose.

«Gli Hub vaccinali – scrive l’Asp – sono stati individuati dalla Protezione Civile. L’Azienda Sanitaria di Cosenza, ospiterà l’iniziativa presso le seguenti sedi: Parco acquatico di Rende; Hub di Corigliano; Ospedale di Paola; Locomotiva di Castrovillari. Resta inteso l’obbligo della prenotazione sulla piattaforma regionale oppure chiamando il call center al numero: 800-009966 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 (esclusi sabato e festivi); indispensabile essere in possesso della tessera sanitari con codice fiscale».

Intanto, stando i dati del sito dell’Agenzia italiana del farmaco aggiornati alle 21:11 di ieri, in Calabria sono state somministrate 498.084 dosi sulle 600.070 disponibili, pari all’83% che mantiene la Calabria all’ultimo posto tra le regioni.

Agli over 80 sono state somministrate 126.431 dosi, 119.691 a fragili e caregiver, 38.494 a persone nella fascia di età 70-79 anni e 25.974 persone nella fascia 60-69 anni. 25.332 sono andate al personale scolastico. Sono salite, seppur di poco, le vaccinazioni nella categoria altro ormai “ripulita” da diverse fasce di priorità: stando ai dati sono 14.077 le dosi somministrate. v.p.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA