Francesco Aiello, candidato dal M5S a presidente della Regione Calabria

Tempo di lettura 3 Minuti

CATANZARO – «Dopo un’attenta riflessione e con la consapevolezza di affrontare un’intensa, importante e difficile sfida, ho deciso di accettare la proposta civica del Movimento Cinque Stelle di candidarmi a Presidente della Regione Calabria».

Lo afferma, in una dichiarazione, Francesco Aiello Ordinario di Politica economica all’Università della Calabria. «Mi rivolgo – aggiunge – alle migliori forze presenti sul territorio per ritrovarsi intorno ad un progetto comune condiviso da un’ampia alleanza civica».

«Un progetto – aggiunge il professore Aiello – che affronti finalmente i problemi che bloccano la regione Calabria. Ringrazio i parlamentari calabresi e il capo politico del M5S per la fiducia che mi è stata accordata come candidato proveniente dalla società civile. Ringrazio anche i tanti cittadini e le associazioni che in questi giorni mi hanno inviato messaggi di incoraggiamento».

«Sono fiducioso – dice ancora Aiello – che l’entusiasmo degli attivisti del movimento e di quanti vorranno unirsi a questo progetto sarà una fonte preziosa di energia per disegnare, tutti insieme, un percorso nuovo per la Calabria. C’è una Calabria onesta, resiliente e positiva che ha bisogno di emergere e di essere valorizzata, qui e nel Paese. A questa Calabria rivolgo
il mio appello».

Dopo la risposta positiva di Aiello è intervenuto il deputato Paolo Parentela, coordinatore del Movimento per le elezioni regionali in Calabria: «Sono contento perché Francesco Aiello ha accettato la nostra proposta di candidatura a governatore della Calabria. Ora – ha detto – comincia la nostra campagna elettorale insieme ai calabresi che chiedono il rinnovamento totale della giunta, del consiglio e degli uffici della Regione».

«Adesso – prosegue Parentela – bisogna definire tutti insieme un progetto politico fatto di impegno, sacrificio, partecipazione, entusiasmo, grinta e altruismo. Guardiamo alla società civile, ai problemi urgenti della Calabria, ai giovani, agli anziani, ai più deboli, ai lavoratori e ai disoccupati. Guardiamo alla solidarietà, al lavoro, alla bellezza e ricchezza della natura e alle altre risorse della nostra terra, che recupereremo, valorizzeremo e proteggeremo dalla ‘ndrangheta, dai colletti bianchi e dalla politica delle clientele, degli abusi, dei compari e dei comitati di affari. Con la sua competenza ed umanità Aiello è il candidato ideale per condurre questa rivoluzione necessaria, per avvicinare i cittadini alle istituzioni, dialogare a tutti i livelli, fermare lo spopolamento e l’inquinamento del territorio e fornire risposte rapide alle emergenze irrisolte, alle diseguaglianze ed ai tanti cittadini abbandonati dai vecchi partiti e costretti a subire ingiustizie e disservizi gravissimi».

«Presenteremo – dice ancora Parentela – liste pulite, con persone coraggiose e capaci di affrontare la grande sfida che ci aspetta, cioè liberare la Calabria e i calabresi dalle umiliazioni e dagli abusi, dalle manovre di palazzo, dalla dipendenza dal potere, dalla paura di restare a casa propria. Siamo in partita per vincerla».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •