X
<
>

Schede elettorali

Tempo di lettura 6 Minuti

Con lo spoglio iniziato da poche ore, arrivano i primi verdetti per le elezioni comunali 2020. Piovono riconferme per tanti sindaci dei Comuni calabresi.

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

Ad Anoia si riafferma Alessandro Demarzo (Sveglia) con il 67,93% dei voti, contro il 32,07% di Angelo Sciotto (Cambiamento per Anoia). A Bianco resta alla guida del Comune Aldo Canturi ma non è stato facile avere la meglio su Pino Serra: il sindaco ha infatti ottenuto la conferma per pochissime preferenze (1242 contro 1233).

Diventa sindaco di Brancaleone il candidato Silvestro Garoffolo (Brancaleone Bene Comune) che lascia al contendente Tommaso Gangemi solo il 9,72%.

Giuseppe Antonio Cuzzola confermato sindaco di Bruzzano Zeffirio (Unione Democratica) col 75,48%; Maria Grazia Lia (Natura Lavoro Progresso) ottiene il 24,52%.

A Casignana la spunta Giuseppe Rocco Celentano (Casignana Futura) che ha battuto con il 55,29% il sindaco uscente Vito Antonio Crinò (Liberi di scegliere), fermo al 44,71%. A Cinquefrondi invece rimane sindaco Michele Conia, premiato da un significativo 74.65%

Per soli due voti vince a Giffone il candidato della lista Uniti per la Comunità Antonio Albanese; lo sfidante Aristodemo Alvaro (Insieme per Costruire) si è fermato al 49,91% dei consensi.

Il Comune di Maropati sarà guidato da Rocco Giorgio Ciurleo (Insieme per il Futuro) che ha battuto il sindaco uscente Lorenzo Silvestro (Legalità e Sviluppo) con il 52,54% dei voti. Sindaco rosa a Montebello Jonio: Maria Foti, col 44.39% delle preferenze, ha superato nell’ordine, Caterina Chiara Macheda (37.59%) e Santo Federico (18,03%)

Prende il 92,26% dei voti il neo sindaco di Molochio, Marco Giuseppe Caruso (Primavera); a Ismaele Ottavio Caruso (Molochio non si arrende) resta il 7,74%.

Il nuovo primo cittadino di Pazzano sarà Francesco Valenti (Uniti si può) che ha dilagato con il 89,12%. Sovrastato il rivale Salvatore Francesco Preiato (Crescere e Cambiare) che ha ottenuto il 10,88%.

Rosario Sergi (Liberi di Ricominciare) è stato confermato sindaco di Platì (Comune sciolto per infiltrazioni mafiose nel 2018) con il 78,12% dei voti, contro il 21,88% raggiunto da Pietro Marra (Movimento Autonomo Popolare). A Polistena Marco Policaro è il nuovo sindaco dopo aver ottenuto il 73.64% dei consensi a danno di Salvatore De Pasquale

Nuovo mandato anche per Domenico Penna (Tu Vunì) a Roccaforte del Greco. Il sindaco uscente ha battuto, nuovamente, Rocco Palamara (Roccaforte Cambiare si può) con il 61,81% dei voti.

A Samo il nuovo sindaco è Paolo Pulitanò (Uniti per Samo). Lo sfidante Pietro Brancatisano (Progresso e Libertà) si è fermato al 19,71%.

Trionfo per Antonino Vicari (Insieme per San Roberto) che diventa primo cittadino di San Roberto con il 92,88% a discapito di Biagio Principato (Pro Rumia). Trionfo anche a Scilla per Pasqualino Ciccone, sindaco col 97.84%

I primi due verdetti erano arrivati nella giornata di ieri. A Melito Porto Salvo, nonostante l’unica lista in campo, sarà ancora un commissario a guidare il Comune per il mancato raggiungimento del quorum (LEGGI). Obiettivo raggiunto, invece, a Santo Stefano in Aspromonte dal sindaco uscente Francesco Malara (LEGGI), candidato dell’unica lista in corsa; qui l’affluenza ha raggiunto il 65,06%.

PROVINCIA DI COSENZA

Nel Cosentino, a Campana, si conferma sindaco Agostino Chiarello (Campana Futura) con il 52,85%; battuto Andrea Lautieri (Campana Rinasci!) che ha raggiunto il 47,15%.

Sarà ancora Giuseppe Rizzo (Uniti per Cerzeto) a guidare il Comune di Cerzeto; con il 63,41% il primo cittadino ha battuto Eduardo Sarro (Uniti per il Rinnovamento) fermo al 36,12% e Francesca Talarico (Tramontana il Vento del cambiamento) allo 0,46%.

A Grisolia vince col 95,47% Saverio Bellusci (Grisolia Unita); solo il 4,53% degli elettori ha scelto Luigi Campagna (Rinascita per Grisolia).

Vittoria a Cetraro per Ermanno Cennamo (Cambiamo Cetraro) che si è imposto col 55.89% sul contendente Angelo Aita (Patto per il futuro). Non c’è stata partita, invece, a San Lorenzo del Vallo dove gli elettori hanno premiato con un eloquente 86.21% Vincenzo Rimoli (San Lorenzo libera) ai danni di Pasquale Motta (Per crescere insieme). Appassionante, invece, la sfida vissuta a Piane Crati: Michele Ambroggio è sindaco per appena due voti. Sue 422 preferenze (il 41,29%) mentre Stefano Borrelli si è fermato a 420 (41.10%). Vittoria sul filo di lana anche a San Pietro in Guarano per Francesco Acri: 1226 voti (50,27%) contro il 1213 di Mario Veltri. Anche a Sant’Agata di Esaro una manciata di voti ha diviso il neo sindaco Mario Nocito (Lista Civica Futura), 50,62%, da Emanuela Monita (Sentiero Comune), 49,38%.

Più larga la vittoria di Salvatore De Maio a Roggiano Gravina, dove la sua lista Roggiano nel cuore ha ottenuto il 39,17% distanziando i rivali Marsico (32,64%) e Addino (28,19%).

Alberto Bottone (Realizziamo Orsomarso) è il nuovo primo cittadino di Orsomarso; Pio Giovanni Sangiovanni (Rinascita Democratica) si ferma al 33,85%. A Papasidero il sindaco è Fiorenzo Conte che con la sua lista Energie nuove ha ottenuto il 55,16% delle preferenze sbaragliando una concorrenza composta da al quattro aspiranti primi cittadini.

I DATI DELLE COMUNALI NEL COSENTINO

Dopo la sconfitta alle passate elezioni, a San Pietro in Guarano viene eletto Francesco Acri (Liberi e Presenti) che ha superato il sindaco uscente Mario Veltri (Insieme si cresce) per soli 13 voti, raccogliendo il 50,27%. A Scalea il nuovo sindaco è Giacomo Perrotta col 45.53% delle preferenze. Tanto è servito per battere Angelo Paravati (41.86%) ed Eugenio Orrico (12,86%)

PROVINCIA DI CATANZARO

A Andali, festeggia ancora il sindaco Pietro Antonio Peta (Andali Bene Comune). Superati i contendenti Angelo Guzzetti (Siamo Andali) e Rosalba Ferocino (L’Altra Italia), rispettivamente al 41,40% e 0,40%.

Conferma anche per Franco Rosario Pucci come sindaco di Martirano Lombardo; col 65,62% ha battuto Luigina De Santo (Uniti Possiamo). Resta al suo posto anche Pietrantonio Cristofaro, a Girifalco, confermato sindaco col 33.99% delle preferenze

Si ribaltano i ruoli a Palermiti: il sindaco uscente Roberto Giorla (Palermiti Futura) è stato battuto da Domenico Emanuele (Bene Comune) che, dopo il secondo posto delle scorse amministrative, ottiene il 51,61% dei voti. Solo lo 0,12% per Giuseppe Puntieri (Uniti per vincere).

Plebiscito ad Amaroni per Luigi Ruggiero (95.83%) e a Montepaone per Mario Migliarese (82.86%). Percentuale superiore all’ottanta per cento anche a Soverato per Ernesto Francesco Alecci (84.33%)

Vittorie simili nelle percentuali a Gizzeria per Francesco Argento (74,34%), a Montauro per Giancarlo Cerullo (78.70%) e a Davoli per Giuseppe Papaleo (74,74%)

I DATI DELLE COMUNALI NEL CATANZARESE

Antonio Torchia (Per Belcastro) è sindaco di Belcastro col 55,25% mentre Antonio Tino si impone a San Vito sullo Ionio con il 44.54% mettendo in fila Francesca Savari (27.82%) e Sergio Montisano (27.64%). Sfida equilibrata, invece, a Sant’Andrea Apostolo dello Ionio, dove Nicola Ramogida ha la meglio su Brunilde Genco per una manciata di voti (663 contro 594).

Nella sfida a tre di Satriano, invece, l’ha spuntata Massimiliano Chiaravalloti, eletto sindaco col 45.70% delle preferenze

A Taverna è arrivata la conferma per Sebastiano Tarantino col 58.60% dei voti mentre l’unica donna premiata dalle urne è stata Emanuela Talarico a Carlopoli dove con la sua lista Uniti per Carlopoli e Castagna ottiene il 57.41%

PROVINCIA DI CROTONE

Fiducia rinnovata al primo cittadino di Santa Severina, Lucio Giordano, che con la sua lista Il Borgo ha ottenuto il 62,28% contro il 37,72% di Angelina Rizzuti (Insieme per cambiare). Cambio al municipio di Rocca di Neto: l’uscente primo cittadino Tommaso Blandino è stato battuto da Alfonso Dattilo che si è imposto col 36.67%. Più staccata Elisa Barretta (28.90%). A Strongoli il nuovo sindaco è Sergio Bruno, eletto col 49,32% delle preferenze. Più staccati Ferdinando Greco e Saverio Antonio Romano

I DATI DELLE COMUNALI NEL CROTONESE

PROVINCIA DI VIBO VALENTIA

Nel Vibonese, ad Acquaro, plebiscito per il sindaco Giuseppe Giovanni Barilaro (Liberi per Acquaro); l’unico sfidante, Gerardo Raffaele Lopreiato, ha ottenuto il 7,99%.

Lidio Vallone (Briatico per sempre) è il nuovo primo cittadino di Briatico con il 62,70% dei voti; battuto Costantino Massara (Briatico nel cuore).

A Cessaniti conferma per l’uscente Francesco Mazzeo (52.78%). Una conferma anche a Monterosso, per Antonio Giacomo Lampasi: suo il 58,58% del risultato uscito dalle urne. Pantaleone Mercuri è invece il nuovo sindaco di Limbadi, eletto dal 61,81% delle preferenze. Nuovo primo cittadino anche a San Gregorio di Ippona dove a sedere sulla poltrona più importante del municipio sarà Pasquale Farfaglia, dopo una vittoria per una manciata di voti su Gregorio Carnovale (600 contro 542). Vittoria al rush finale anche a Zaccanopoli dove Maria Budriesi ha sconfitto l’uscente Pasquale Caparra per 12 voti (184 a 172, ma nella competizione c’erano altre due liste)

A Maierato vince Giuseppe Rizzello (Maierato Democratica) col 58,67% su Giuseppe Malta (Maierato in Movimento).

Sarà Enzo Fulvio Marasco (Spilinga Unita) ad amministrare Spilinga: col 54,08% ha superato la concorrenza di Silvano Contartese (Spilinga nel Cuore). A Ricadi trionfo per Nicola Antonio Tripodi che ha vinto per sole sette preferenze su Pasquale Mobrici (1493 voti contro 1486). Cambio anche a San Calogero: il nuovo sindaco è Giuseppe Maruca che ha ottenuto il 56.92% dei voti contro il suo avversario Antonio Calabria. A Serra San Bruno il nuovo primo cittadino è Alfredo Barillari: il suo 40,22% lo ha messo al riparo dalle ambizioni di Antonio Procopio (34,42%) e di Biagio Figliucci (25.36%)

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares