X
<
>

Il Comune di Siderno

Condividi:

SIDERNO (REGGIO CALABRIA) – Questa mattina una dipendente comunale di Siderno ha trovato un proiettile sul davanzale della finestra dell’ufficio elettorale. Del ritrovamento sono stati subito informati i Carabinieri che hanno effettuato i rilievi del caso e stanno indagando sulla natura dell’atto intimidatorio.

«Ero di rientro da Parma – racconta la sindaca Maria Teresa Fragomeni –. Dopo tanti anni Siderno è stata rappresentata all’Anci in una seduta nella quale ho avuto l’onore di ascoltare il presidente Mattarella: nemmeno il tempo di riflettere sui tanti rapporti aperti per rappresentare progetti ed idee nell’interesse della nostra città, che sono stata raggiunta dalla notizia del ritrovamento di un proiettile sulla finestra dell’ufficio elettorale, di roghi a Siderno e nella Locride».

«Pochi giorni fa – prosegue – l’atto intimidatorio al consigliere Catalano: se qualcuno pensa di manifestare il proprio dominio sul territorio si sbaglia di grosso! Ho già sentito il Prefetto Mariani, che ringrazio per la solerzia e l’attenzione nei nostri riguardi».

«Nelle prossime ore promuoverò ogni iniziativa utile ed unitaria con le altre Istituzioni per riaffermare due concetti semplici: i Comuni e la cosa pubblica sono dei cittadini cui va garantita una vita civile, sicura e libera. La Locride e Siderno non sono di proprietà privata, ma sono parte di uno Stato libero e democratico. Chi delinque, non avrà spazio, si rassegni», conclude la sindaca.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA