X

Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – I carabinieri della sezione radiomobile, assieme ai colleghi della stazione Reggio Calabria Rione Modena, hanno arrestato un 34enne, accusato di tentato omicidio, atti persecutori, minacce e danneggiamento. In particolare, l’uomo, durante la notte, secondo quanto ricostruito, è andato dall’ex compagna e ha iniziato a lanciare pietre e arance all’indirizzo della casa in viale Aldo Moro, danneggiando le vetrate. Dopodiché ha incendiato la tapparella del piano terra, usando liquido infiammabile e facendo propagare le fiamme anche all’interno dell’appartamento.

La donna, accortasi del fumo, ha chiamato subito i militari, che hanno colto in flagranza l’uomo, intento ancora a lanciare oggetti contro l’abitazione. Una volta spente le fiamme, il 34enne è stato dichiarato in stato d’arresto e portato nel carcere di Arghillà, a disposizione dell’autorità giudiziaria reggina.

La donna, invece, una volta tranquillizzata dal militare specializzato per questi tipi di reati, è ritornata a casa.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares