X
<
>

Carabinieri del Ros

Tempo di lettura < 1 minuto

Era considerato punto di riferimento del traffico internazionale di stupefacenti provenienti dal Sud America Vincenzo Pasquino, torinese classe 1990, arrestato in Brasile insieme a Rocco Morabito (LEGGI LA NOTIZIA) nel corso di un’operazione a cui hanno partecipato anche i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Torino.

Dichiarato latitante dal gip di Torino il 9 gennaio 2020 e inserito nell’elenco dei latitanti pericolosi nel gennaio 2021, Pasquino era destinatario di un provvedimento di custodia cautelare emesso dal tribunale di Torino il 7 ottobre 2019 e risultava irreperibile dal 5 novembre dello stesso anno, giorno dell’esecuzione della misura nell’operazione ‘Cerberò dei carabinieri del comando provinciale di Torino.

Con tale provvedimento cautelare viene accusato di essere un esponente della criminalità organizzata di matrice ‘ndranghetista, operativo nel “locale di Volpiano” nonché responsabile del reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti per conto dell’associazione criminale calabrese.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA