X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Andrà in onda questa sera, 19 ottobre 2021, il film “Tutta Colpa Della Fata Morgana“, seconda pellicola della quinta serie di Purché finisca bene, collezione di film per la Tv della Pepito Produzioni.

La troupe ha realizzato Tutta colpa della Fata Morgana sullo sfondo di diverse location da sogno in Calabria (non solo Scilla, ambientazione principale, ma anche Pizzo e Briatico nel Vibonese hanno ospitato diverse scene).

Nel film, che andrà in onda su Rai Uno a partire dalle 21.30, troviamo Gabriella, interpretata da Nicole Grimaudo, una donna semplice che vuole affrancarsi dal lavoro dipendente e mettersi in proprio acquistando una vecchia spadara a Scilla.

Gabriella è disposta a far di tutto pur di raggiungere il suo sogno, anche attingere ad antichi saperi che rischiano però di sfuggire al suo controllo. L’incontro con il pragmatico milanese Claudio, messo in scena da Davide Jacopini, mette a nudo le loro fragilità e attraverso il loro amore, renderanno espliciti i motivi per cui entrambi sono legati a quella spadara.

GUARDA IL TRAILER DEL FILM TUTTA COLPA DELLA FATA MORGANA AMBIENTATO A SCILLA

I protagonisti di Tutta colpa della Fata Morgana

Da un lato Gabriella, nata e cresciuta a Scilla che lavora al porto ma ha il sogno di avviare un’attività tutta sua, completamente al femminile e una figlia adolescente, Maria, con la stessa energia, indipendenza, intraprendenza e vitalità della madre e la capacità di “calmare” le sfuriate di Gabriella. Dall’altro Claudio, un imprenditore milanese rampante, che decide di investire in un immobile, proprio a Scilla.

Due personalità forti, lei una donna fiera, concreta, spiccia e fumantina, lui il classico self-made man, grondante di energia e ottimismo, abituato a valutare la gente in base alle capacità realizzative e a tenersi a distanza da chi arranca. Due personalità di primo piano che si scontreranno e incontreranno per ottenere un immobile che alla fine cambierà per entrambi la vita.

A far da cornice la migliore amica di Gabriella, Anna (Claudia Potenza), suo braccio destro e bussola morale, donna ragionevole e autoironica, che sa smorzare la rabbiosa energia di Gabriella ma che si lascia coinvolgere dal suo incredibile entusiasmo, e suo marito Pasquale (Corrado Fortuna) che verrà ingaggiato da Claudio e diventerà inconsapevolmente il migliore alleato di Anna e Gabriella che ne sfrutteranno la superstizioso per realizzare i loro piani. A loro si aggiunge Teresa (Aurora Quattrocchi) che non è solo la nonna di Gabriella, ma è anche la magara più famosa e capace di tutta la Calabria, che dimostra tenacia e saggezza e rappresenta il legame di Gabriella con la sua terra.

Una trama che in un costante crescendo emotivo accompagnerà con un sorriso il pubblico verso un finale positivo per tutti (o quasi) i protagonisti.

Il commento del regista Matteo Oleotto

«Sono stato felice di accogliere la possibilità di girare in Calabria – ha dichiarato Matteo Oleotto (“di antiche origini meridionali” come egli stesso si definisce) regista di Tutta colpa della Fata Morgana – una terra a me finora sconosciuta ma senz’altro accogliente, una regione ricca di storie e tradizioni che anche nel film diventano protagoniste. Il soggetto mi ha coinvolto subito in modo particolare, perché mi sembrava un bel racconto di donne e di riscatto. Non solo il tema mi sta a cuore, ma fin da subito ho empatizzato coi personaggi di questa storia».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA