Un momento della presentazione del Giro d'Italia 2020

Tempo di lettura 2 Minuti

Dopo il passaggio a vuoto del 2019 il Giro d’Italia torna in Calabria con due tappe, una interamente calabrese, la Mileto-Camigliatello Silano di 223 chilometri, l’altra con partenza in Calabria e arrivo in Puglia, la Castrovillari-Brindisi di 216 chilometri.

GUARDA LA SCHEDA CON TUTTE LE TAPPE, I VINCITORI E LE MAGLIE ROSA DELLA STORIA “CALABRESE” DEL GIRO D’ITALIA

Venerdì 15 maggio, settima tappa della Corsa Rosa, sarà la volta della Mileto – Camigliatello Silano, 223 km non senza interessanti asperità. Ben tre i Gran Premi della Montagna previsti per i corridori: i primi due a Catanzaro e sul Monte Trearie, il terzo al Valico di Monte Scuro. Proprio quest’ultimo, posto a pochi chilometri dall’arrivo, ha tutte le carte in regola per offrire l’occasione a qualche scalatore di fare la differenza con un percorso a tratti insidioso e non senza difficoltà. Gli ultimi 10 chilometri verso Camigliatello saranno in discesa ma ciò non vuol dire che mancherà la tensione per possibili attacchi.

La tappa Mileto-Camigliatello (clicca per ingrandire)

Il giorno successivo è prevista la partenza della seconda tappa calabrese di questo 103esimo giro d’Italia da Castrovillari a Brindisi per un totale di 216 chilometri. Si tratta di una tappa sostanzialmente pianeggiate che parte in discesa fino alla costa ionica calabrese e da lì di dirige in Puglia attraversando le Murge e approdando a Brindisi. Classica tappa da velocisti con arrivo in gruppo.

La tappa Castrovillari-Brindisi (clicca per ingrandire)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •