X

Il carcere di Vibo Valentia

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Questa mattina nel carcere di Vibo Valentia, durante il controllo di alcune persone all’ingresso nell’istituto per un colloquio con un familiare detenuto, è stato rinvenuto un quantitativo di sostanza stupefacente, probabilmente hashish.

Lo fanno sapere Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Damiano Bellucci, segretario nazionale.

«Successivamente nel corso di un’operazione di controllo sugli oggetti personali di uno dei familiari del detenuto venivano rinvenute altre dosi di sostanza stupefacenti. Il problema dell’introduzione di sostanze stupefacenti in carcere persiste da molti anni e riteniamo – sottolineano i due sindacalisti – che l’amministrazione dovrebbe provvedere ad incrementare il sevizio cinofili, istituendolo ex novo nelle regioni dove ancora manca, come in Calabria».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares