X
<
>

Il sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Ci sarebbero circa 30 casi sospetti nella frazione Longobardi, di Vibo Valentia. Ad affermarlo fonti interne del Comune.

Si tratta di una situazione collegata a quella di Piscopio (LEGGI LA NOTIZIA) in quanto una delle persone risultata ieri sera positiva al coronavirus si sarebbe recata nei giorni scorsi nel primo centro abitato in occasione della messa funebre della madre.

Oggi pomeriggio è scattato l’allarme con l’individuazione dei soggetti che hanno avuto contatti con la donna e per i quali si dovrà attendere l’evolversi della situazione.

L’amministrazione comunale è corsa immediatamente ai ripari tramite un’ordinanza attraverso la quale si ordina la sospensione di tutte le attività commerciali esclusi parafarmacie, farmacie e negozi di generi alimentari nelle due frazioni del comune di Vibo Valentia. 

Nel frattempo, il Prefetto di Vibo, Francesco Zito, ha inviato una circolare ai Sindaci invitandoli a sensibilizzare le Associazioni di Volontariato presenti in ambito comunale, affinché vogliano promuovere, nella difficile contingenza in atto, ogni utile iniziativa atta a dare supporto, per le necessità quotidiane, alle persone più svantaggiate ed, in particolare, alle persone anziane che vivono da sole, cui, tra l’altro, le norme legate all’emergenza raccomandano vivamente, di restare, per quanto possibile, a casa.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares