X
<
>

Il primario Carmelina Ermio

Tempo di lettura 2 Minuti

Le fake news, che debordano a dismisura dalle chat di Whatsapp, fino a diventare “comunicati” tragicomici da lanciare sui social network, sono l’altra faccia del Covid- 19, contro cui è costretta a combattere la sanità.

È di appena due giorni fa, infatti, la diffusione di un’ennesima notizia falsa, circa la positività al Coronavirus di due ginecologi in forza al reparto di Ostetricia e Ginecologia (LEGGI LA DIFESA DI UNO DEI DUE), del nosocomio vibonese, smentita ufficialmente dal primario del reparto, dott. ssa Carmelina Ermio.

«Il direttore dell’U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia, dopo essere venuta a conoscenza del dilagare sui social network e nell’opinione pubblica di false e allarmanti notizie circa lo stato di salute di alcuni colleghi medici operanti nel suo reparto, smentisce categoricamente questa presunta notizia che, in realtà, è solo una evidente fake news.  È dunque doveroso informare la cittadinanza e chiarire che non vi è alcun caso positivo al Covid-19 tra il personale medico di Ostetricia e ginecologia. Il reparto – precisa il primario – risulta regolarmente aperto all’utenza e tutti i suoi servizi sono attivi, nel pieno rispetto delle prescrizioni e delle norme precauzionali attualmente vigenti, a tutela della salute dei vibonesi. Questa smentita si accompagna alla preghiera del personale del reparto, rivolta a tutta la cittadinanza, di evitare, in futuro, di alimentare psicosi e di mettere in giro false notizie che risultano tanto più dannose e nocive quanto più riguardano il presidio ospedaliero che, soprattutto in questo momento di grave difficoltà, rappresenta un punto di riferimento essenziale per la città e deve essere sostenuto e rafforzato dalla buona volontà e dalla fiducia di tutta la cittadinanza, non certo sospettato di omettere comunicazioni di fondamentale importanza per la salute collettiva».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares