X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Si temeva un aumento dei casi a Stefanaconi e invece, fortunatamente la quasi totalità dei tamponi effettuati su circa 1.000 persone risulta negativa. Ciò che non ci si aspettava era invece un aumento dei contagi nel resto della provincia. Quattro in una volta a cui si aggiunge un nuovo caso legato al focolaio già noto sempre a Stefanaconi.

Tre sono stati riscontrati a San Costantino Calabro e sono i congiunti della giovane che lavora nel Vibo Center ed in isolamento da 10 giorni. Come un inevitabile effetto domino il virus è transitato ai parenti che tuttavia erano già in quarantena dopo la positività della ragazza.

Il quarto è un agente di commercio che risiede a Vibo Marina e che nei giorni scorsi era stato fuori regione per motivi di lavoro. Anche lui è in isolamento dal rientro in Calabria.

L’ultimo caso è infine una anziana di Stefanaconi alla quale il primo tampone aveva dato esito negativo. L’esame ripetuto l’altro giorno ha invece dato il responso opposto. Un caso, questo, collegato al “focolaio” che si è sviluppato oltre una settimana fa nel piccolo borgo e che ha indotto la regione a dichiarare lo stesso Zona Rossa fino alla serata di domenica scorsa per poi prolungare i divieti fino alla mezzanotte di oggi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares