X

Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI- «Subito 20mila assunzioni nella sanità campana». A sostenerlo è la candidata alla presidenza della Regione Campania del Movimento 5 Stelle, Valeria Ciarambino, a margine di un incontro a Napoli con il vice ministro della Salute, Pier Paolo Sileri.

“Ci sono 40 milioni di euro stanziati col decreto Rilancio dal ministero per le assunzioni in Campania solo in virtù dell’emergenza – continua la Ciarambino – altri ancora stanziati con il decreto Cura Italia e con il Recovery Fund. A gennaio il fabbisogno di personale nella sanità campana era di oltre 7500 unità. Noi chiediamo di triplicare questo numero e fare almeno 20mila assunzioni nella sanità campana dove gli ospedali sono chiusi e non funzionano, dove la rete territoriale non esiste, dove per far funzionare i Covid Hospital abbiamo assunto e poi mandato a casa personale a tempo determinato. Intanto ci sono tantissime graduatorie da scorrere con operatori socio-sanitari che sono una delle figure più carenti, infermieri, ma anche medici che non aspettano altro di entrare e lavorare.

Noi lavoreremo gomito a gomito con il ministero spingendo sulla Regione per fare queste assunzioni subito, anzitutto scorrendo le graduatorie, e quando saremo al Governo questo sarà il nostro primo impegno: più personale significa più ospedali che funzionano e più diritto alla salute».

Sulla stessa linea, anche il vice ministro Sileri, secondo quanto si legge nella nota della Ciarambino: «È una sanità che deve essere ridisegnata potenziando quella che è la sanità territoriale. Dopo circa 30 miliardi di tagli negli ultimi 10 anni, chi ne ha pagato di più le conseguenze sono soprattutto i pazienti. I salari devono essere sicuramente più alti perché sono i più bassi di Europa, ma intanto cominciamo ad assumere attraverso lo scorrimento delle graduatorie, la stabilizzazione precari e concorsi».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares