X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

L’orizzonte a noi contemporaneo è un unico libro dell’emergenza diviso in tre capitoli. Nel 2001, con l’attentato alle Due Torri, a New York, comincia l’emergenza terrorismo. E non è più finita. Nel 2008, col fallimento della Lehman Brothers comincia l’emergenza finanziaria. E non è più finita. Nel 2020, con la Pandemia da Coronavirus, nella parte di mondo globalizzato comincia l’emergenza sanitaria. E non vuole saperne di finire. Con un coltello in gola. Senza un soldo in tasca e un virus in petto. L’unico stato di esistenza, è l’emergenza. E per la paura di morire siamo disposti a tutto. Anche smettere di vivere.

  •  
  •  
  • 20
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares