X
<
>

Figure di cartapesta

Condividi:
2 minuti per la lettura

L’eroe è passione, costanza senza limite, occhio sul futuro, etica senza moralismi. L’Alighieri tolse al Medioevo l’indifferenza e sconvolse il mondo. Il futuro? dei liberi cittadini, non sudditi. Arte che ispira la teologia, economia libera non proprietà feudale.

L’oggi è tecnologia che divora il mondo e toglie lo spirito al pianeta. Forse per questo Elon Musk vuol morire su Marte. Futuro antico, stantio dominio degli umani. Gli eroi d’Omero sono cartoons dei regni ellenici, travolti dalla polis del popolo di Clistene e Pericle. Eschilo, Sofocle, Euripide mettono in scena la tragedia della civiltà, accanto all’effervescenza di Dioniso, alla perfezione di Apollo. La tragedia è radicale, muta risposta al perché della morte.

L’Alighieri, ben più forte della patina d’anniversario, scolpisce nell’Inferno le vette dell’umana sorte. Ugolino, Ulisse e Diomede, Paolo e Francesca scuotono con l’umana passione. Ogni epoca esprime maschere, giochi, danze, belletti, incoronazioni, riti funebri, trionfi e illusioni. L’elisir di barocche o raffinate coquettes esala un profumo in cui s’intinge il potere, dionisiaco farmaco, antidoto al timore che tutto affoghi. Vita e tragedia che tutto sottrae. Il virus d’oggi non intacca chi guarda la vita in faccia. Il vaccino, chimico algoritmo di business, è spruzzo ignoto, d’ambigua valenza. La scelta di vita mai si stacca dal teatro di cartapesta che ci avvolge.

Infine, le scene cadono, il teatro s’affloscia nel vento del tempo. Se il teatro è tutto, moriamo con il crollo della scena. L’alternativa di sempre è andarcene a piedi a morire sul monte. Nella solitudine di verità. Forse ciò spiega perché i cimiteri sono in luoghi aperti e soleggiati. Forse, è ancora per questo che Elon Musk, come i miei nonni, preferisce il posto nel sole e nel silenzio apparente dell’universo. Filosofia oggi soffocata nello stordimento dell’audience. Più non c’è diversità fra intelligenza e furbizia, esperienza e visibilità.

Fra eroi veri e quelli di cartapesta.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE