X
<
>

Il comune di Reggio Calabria

Tempo di lettura 3 Minuti

Cosa prevede l’avviso e come partecipare alla selezione

Il Comune di Reggio Calabria ha pubblicato l’avviso relativo alla realizzazione di servizi innovativi per l’inclusione lavorativa di persone disabili e categorie svantaggiate. L’obiettivo dell’intervento è quello di avviare una sperimentazione, successivamente utilizzabile e incrementabile, con lo scopo di creare continuità tra i destinatari della misura e il mondo del lavoro. In particolare l’avviso intende promuovere la realizzazione di un sistema diffuso e articolato di servizi per l’accompagnamento al lavoro di persone con particolari condizioni di svantaggio.

I soggetti proponenti

Possono partecipare all’iniziativa gli operatori accreditati nella rete regionale dei servizi per il lavoro e le politiche attive che siano anche enti del terzo settore (organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici, reti associative e imprese e cooperative sociali. Non saranno ammesse le candidature di enti non inseriti negli elenchi degli operatori regionali accreditati.

I destinatari dell’intervento

I soggetti destinatari dei progetti individuali di inclusione lavorativa sono:
a) persone con disabilità iscritte nelle liste di collocamento mirato;
b) persone di età superiore a 50 anni, ex percettori di ammortizzatori sociali, o con trattamento in scadenza entro 3 mesi dalla data di pubblicazione dell’avviso.
I destinatari finali saranno selezionati con apposita procedura a evidenza pubblica, a cura del Comune di Reggio Calabria, che si concluderà con la pubblicazione della graduatoria definitiva.

Le risorse disponibili

I fondi a disposizione per la realizzazione dell’intero progetto ammontano complessivamente a 854.010,90 euro. L’importo di partecipazione finanziaria pubblica è pari al 100% dei costi ammissibili relativi al singolo progetto. Il finanziamento massimo concedibile per ciascuna proposta è pari a 130 mila euro più Iva

Il contenuto delle proposte progettuali

La proposta progettuale elaborata da ciascun ente del terzo settore dovrà indicare i processi personalizzati di orientamento, formazione e accompagnamento al lavoro che saranno offerti e potrà riguardare al massimo 6 destinatari finali. La proposta dovrà prevedere almeno le seguenti tipologie di attività:
1) orientamento dei partecipanti;
2) progettazione personalizzata;
3) formazione di base (formazione specifica per i partecipanti finalizzata all’apprendimento delle nozioni basilari relative al comportamento sul posto di lavoro);
4) accompagnamento in azienda (job coaching) per almeno il 5% del monte ore previsto di attività in azienda;
5) interventi socio-educativi di sostegno e di supporto ai percorsi intrapresi.
L’azione di job coaching deve essere concepita come presenza concreta al fine di affrontare eventuali ostacoli, dubbi, insoddisfazioni o condividere i successi.

Avvio e durata delle attività

L’avvio delle attività dovrà avvenire entro 30 giorni dalla stipula della convenzione tra Comune ed ente del terzo settore. I progetti dovranno avere uno svolgimento continuativo e, pertanto, non è ammessa alcuna interruzione. Il contributo pubblico è concesso con determina del dirigente del settore welfare entro 30 giorni dalla stipula della convenzione. La attività avranno una durata di 24 mesi e dovranno, in ogni caso, essere concluse entro e non oltre il 30 dicembre 2022.

Selezione dei destinatari e indennità

I destinatari dei progetti individuali saranno selezionati dal settore welfare del Comune in numero pari a quanto indicato nelle proposte di progetto ammesse a finanziamento. Le persone selezionate riceveranno un’indennità connessa alla partecipazione ai percorsi di accompagnamento al lavoro, proporzionale alle ore realmente effettuate di work experience e di percorsi formativi. L’indennità non dovrà essere inferiore a 500 euro mensili lordi e sarà corrisposta dal soggetto proponente.

Presentazione delle istanze e scadenza

Ciascun ente del terzo settore che intende partecipare alla selezione può inoltrare una sola domanda. L’istanza, compilata in base agli appositi format allegati all’avviso, deve essere inoltrata esclusivamente tramite posta elettronica certificata all’indirizzo [email protected] entro e non oltre il 10 settembre 2020.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares