X
<
>

Aiello

Tempo di lettura 2 Minuti

Colpisce per la sua sensibilità e per la sua genuinità il cantautore calabrese che domani salirà per la prima volta sul palco dell’Ariston. Aiello, che proprio oggi festeggia il disco di platino per la sua hit estiva “Vienimi (a ballare)”, è in gara al Festival di Sanremo. Quel Festival che per lui probabilmente rappresenta il coronamento di un sogno. Lo si vede dal suo messaggio sui social alla vigilia di Sanremo.

“Sono uno di voi. Uno che si è sudato tutto, che non ha mollato mai. Che non ha avuto nessuna porta lasciata aperta perché io entrassi con disinvoltura. Io quella porta l’ho dovuta sfondare a calci e pugni” scrive sui social. E aggiunge: “sono uno di voi, non dimenticatelo mai. Forse non sono il più bravo, non sono il più Big, e in questa gara non sono neppure il favorito. Io onestamente non avrei mai immaginato di parteciparvi”.

Voci di corridoio riportavano questo pomeriggio della commozione di Aiello al termine delle prove sul palco dell’Ariston. E ciò che scrive sui social lo conferma. Ma il cantautore spiega anche il perché delle sue lacrime, dovute sì all’emozione, ma anche e soprattutto alla canzone con cui gareggia. “Ora”. Qualcosa di fin troppo intimo che Antonio Aiello ha voluto mettere in musica.

“Ho avuto il coraggio di scrivere una canzone per me – continua nel suo post – e non credo sia poco. Nessuno sa quanto mi sia costata. Forse per questo tutte le volte che l’ascolto i miei occhi diventano tempesta. No, non mi vergogno a dirlo, perché dentro ho macerie da vendere”.

Aiello sarà tra i primi 13 a salire sul palco dell’Ariston, nella prima serata del Festival (LEGGI QUALI CANTANTI SI ESIBIRANNO). Ma il cantautore fa una preghiera a chi guarderà la kermesse: “domani non giudicatemi, per favore. Ascoltatemi soltanto”. E chiude: “Sarò uno di voi, semplicemente su un palco gigante”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares