X
<
>

Condividi:
1 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) – Inarrestabile. Nemmeno un Henrik Kristoffersen in grande spolvero riesce a fermare Marco Odermatt che nel primo dei due appuntamenti sulla pista di Palisades Tahoe vince l’ennesimo gigante e con dieci gare d’anticipo mette le mani sulla sua terza Coppa del Mondo generale. Il fuoriclasse svizzero doma il rivale, che nella seconda manche riesce a rosicchiargli solo tre centesimi (0″12 il distacco finale) e mette un’altra tacca in una stagione da assoluto dominatore: 11 vittorie su 21 gare (sette su sette in gigante, la decima di fila considerando anche la scorsa stagione), 18 i podi complessivi. Che tradotto significa 1001 punti su Manuel Feller, oggi ottavo e primo rivale nella generale, che aritmeticamente gli consegnano la Sfera di Cristallo con larghissimo anticipo. E si avvicina anche la vittoria di Odermatt nella classifica di specialità, grazie ai suoi 700 punti contro i 314 di Zubcic, il più immediato inseguitore.
Kristoffersen a parte, tutti gli altri incassano distacchi abissali, a partire dall’americano River Radamus, terzo a 1″37 e al primo podio della carriera. Poi tre svizzeri, che chiudono in quattro fra i primi sei: Tumler, Caviezel e Meillard. Per l’Italia va così così: con Alex Vinatzer, migliore in pista al 19esimo posto, staccato di 2″82 dal vincitore, mentre Filippo Della Vite è 22esimo a 3″17. Fuori nella seconda Luca De Aliprandini, mentre non si erano qualificati nella prima Tobias Kastlunger e Hannes Zingerle, ed era uscito Giovanni Borsotti.
Per domenica è programmato lo slalom, con start della prima manche alle 19, ora italiana, e seconda alle 22.
– foto Ipa Agency –
(ITALPRESS).

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE