X

Tempo di lettura 2 Minuti

Il prossimo 3 luglio ricorreranno tre anni dall’alluvione che colpì Vibo Valentia e alcuni comuni della provincia.
“Ad oggi le imprese agricole – fa sapere la federazione Coldiretti di Catanzaro, Vibo e Crotone – non sono state ristorate per i danni subiti, nonostante le stesse abbiano presentato la documentazione e molte di esse ricevuto anche controlli di varia tipologia e natura.
Dopo la prima fase che ha visto gli accertamenti da parte della Camera di Commercio vibonese, successivamente, il commissario ha emanato un provvedimento per cui le Aziende agricole sono passate nella competenza all’Amministrazione Provinciale, che ha ulteriormente richiesto altra documentazione.
Fatto è che ad oggi, non si riesce a sapere lo stato dell’arte, nonostante qualche impresa interessata, ha richiesto sulla scorta della trasparenza amministrativa l’accesso agli atti e la conoscenza formale del responsabile del procedimento.
Nessuna risposta è giunta – scrive ancora la Coldiretti – ed allora la coldiretti, a tutela delle imprese agricole ha discusso della situazione ed ha formato un gruppo di lavoro, coordinato da Domenico De Paola, che in modo certosino, vorrà andare in fondo alla questione per conoscere il perchè di tanto ritardo, e capire se ci sono state negligenze o omissioni. Visto che si brancola nel buio, riteniamo – concludono i dirigenti della coldiretti vibonese, – che è necessario comprendere meglio la situazione e giungere ad una soluzione che non comporti discriminazione tra le categorie danneggiate dall’alluvione, non ci accontentiamo più di sole parole rassicuranti”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares