Tempo di lettura < 1 minuto

Tornano a casa 21 tifosi della Vultur Rionero e il melfitano Salvatore Laspagnoletta, in carcere da due settimane per i tragici fatti di domenica 19, che hanno portato alla morte del trentanovenne rionerese Fabio Tucciariello.

Lo ha deciso stamane il Tribunale del riesame di Potenza accogliendo in parte i ricorsi presentati dai loro difensori e discussi nel udienza di mercoledì. Il collegio presieduto da Aldo Gubitosi ha riqualificato le accuse e riconsiderato le esigenze cautelari concedendo a tutti gli arresti domiciliari. Incluso Laspagnoletta che è accusato di omicidio volontario per aver investito Tucciariello.

Martedì prossimo verranno discussi anche i ricorsi di altri due tifosi del Rionero che restano in carcere. Per un ventiquattresimo ultra erano stati concessi i domiciliari già in precedenza dal Gip.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA