Agenti di polizia municipale

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Due agenti della polizia locale di Catanzaro sono rimaste ferite nel corso di un normale controllo effettuato questa mattina nel mercato rionale di Catanzaro Lido. Secondo quanto ricostruito, le due vigilesse avrebbero avviato una verifica nei confronti di alcuni commercianti ambulanti presenti nel mercato, ma per tutta risposta sarebbero state aggredite e spintonate.

Entrambe sono state soccorse e portate in ospedale per le cure del caso, mentre una avrebbe riportato conseguenze peggiori dopo essere caduta rovinosamente a terra. Sono state avviate indagini sull’accaduto, anche per identificare i responsabili che, subito dopo il fatto, sono fuggiti senza lasciare traccia.

Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, e l’assessore alle attività economiche e alla Polizia municipale, Giovanni Merante, hanno sottolineato: «La città è stanca di aggressioni che si ripetono da parte di chi non vuole rispettare le regole. Comportamenti a volte violenti, altre volte sprezzanti, arroganti e minacciosi – aggiungono – vengono rivolti nei confronti di chi svolgendo con coscienza il proprio dovere si vede aggredita a malo modo. La polizia municipale è sempre in prima linea sul territorio comunale a combattere contro tutte le trasgressioni delle regole del vivere civile e paga troppo spesso le conseguenze del proprio impegno anche con danni fisici e morali. L’amministrazione denuncerà e contrasterà come sempre e con tutte le modalità questi atti di prevaricazione, ma è altrettanto importante che non ci sia nessun tipo di giustificazione e che la città risponda compatta. Tutte le Istituzioni – aggiungono – dovranno, quindi, intervenire in maniera coordinata perché si possa instaurare, anche in questo settore di rilevante aspetto economico, in un clima di serenità e di rispetto delle persone e delle regole».

Abramo e Merante hanno anche annunciato la decisione di chiedere al Prefetto un tavolo di concertazione con le forze di Polizia, Guardia di Finanza e Polizia municipale per avviare subito un’azione di contrasto e di disincentivazione all’acquisto di merce contraffatta che oltre che nei mercatini viene venduta sulle spiagge e sul lungomare di Lido.

Anche il Coisp (Sindacato indipendente di polizia), attraverso il segretario regionale Giuseppe Brugnano, si è schierato con le vigilesse, affermando: «La cosa che veramente rammarica è appreso che sia la gente presente all’aggressione e sia gli altri venditori ambulanti se ne siano stati vigliaccamente con le mani in tasca mentre le vigilesse cercavano di far rispettare le regole».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA