X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – «Non vi è alcun motivo per essere allarmati né preoccupati per l’avviso apposto sulla saracinesca dello store Abbigliamento Pechino, sito nel territorio comunale, chiuso su iniziativa dichiaratamente precauzionale ed autonoma degli stessi titolari».

Lo afferma Ines Scalioti, vicesindaco di Cariati (Cosenza), in merito all’avviso di chiusura affisso sulla saracinesca di un negozio cinese che recita: «Con finalità di prevenzione, saremo chiusi dal 7 al 21 febbraio».

Il vicesindaco, intanto, ha allertato la polizia municipale e contattato tutte le autorità competenti, compreso il medico di base dei titolari del negozio, di nazionalità cinese, che all’amministrazione comunale avrebbero comunicato di essere rientrati sì dalla Cina, ma da un’area non interessata dal Corona virus, e di essersi comunque sottoposti, al momento dalla partenza da Shanghai, a tutti i controlli, che avrebbero dato esito negativo. Fra l’altro, calcolando il periodo di incubazione, i sintomi del virus si sarebbero già dovuti manifestare.

L’Amministrazione Comunale ha ricevuto rassicurazioni in merito anche dal Ministero della Salute, contattato sulla vicenda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares