X
<
>

Le luminarie pasquali in piazza XV marzo

Condividi:
1 minuto per la lettura

COSENZA – C’è stata una stagione in cui a Cosenza ogni ricorrenza – Natale, San Valentino, Pasqua, la promozione della squadra rossoblu – era accompagnata da una distesa di luminarie. Erano gli anni di Mario Occhiuto sindaco.

Poi è arrivato il dissesto, che ha portato con sé tagli e risparmi. Luminarie con il contagocce e pagate dagli sponsor. Va da sé che con le difficoltà viste poi l’ultimo Natale, il primo della sindacatura Caruso (le luci sono state accese quasi in zona Cesarini), di veder luminarie in città prima del prossimo dicembre non se parlava proprio.

E invece eccole lì, pronte a essere accese: un uovo di Pasqua gigante (che in città negli anni scorsi aveva già fatto capolino) e un pulcino sono stati ieri installati in piazza XV marzo.

A pagarli è la Provincia di Cosenza. Uno dei primi atti della neopresidente Rosaria Succurro, che del resto degli anni occhiutiani – lei è stata l’assessore più longevo della Giunta, con due mandati pieni – è stata una delle protagoniste.



Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE