X
<
>

Condividi:
1 minuto per la lettura

CROTONE – Aveva minacciato di morte la mamma e la sorella, le maltrattava da anni, le aveva insultate e distrutto oggetti in casa perché avevano detto no alle sue richieste di soldi: per questo un uomo di 40 anni di Crotone è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Crotone. I militari sono intervenuti su richiesta delle due donne, impaurite ed esasperate, che hanno descritto le minacce e le violenze verbali a cui erano appena state sottoposte dal 40enne. E’ così emerso che altri episodi simili si erano verificati nei giorni precedenti, per i quali erano intervenuti sia i carabinieri che i poliziotti della Questura di Crotone.

Nell’immediatezza del fatto, per assicurare l’incolumità dei presenti, l’uomo è stato accompagnato in caserma, dove è iniziata da parte dei militari la ricostruzione del quadro complessivo; è stata accertata una situazione di maltrattamenti iniziati almeno a partire dal 2020, con i familiari più stretti costretti a sopportare le vessazioni dell’uomo, sempre più frequenti e gravi per il tenore delle minacce e la violenza dei gesti, quasi sempre in silenzio della mamma e della sorella, che maltrattava, per paura di più gravi e irreparabili conseguenze.

Gli elementi raccolti hanno quindi portato, sotto la direzione della Procura della Repubblica del capoluogo pitagorico, all’arresto dell’uomo secondo la previsione normativa dell’ultima modifica del “codice rosso”, nella cosiddetta “flagranza differita”. Il provvedimento è stato convalidato dal gip che ha disposto la misura cautelare in carcere.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE