X

Rohden in azione durante la partita contro il Pescara

Tempo di lettura 3 Minuti

Il centrocampista svedese ha le idee chiare sul campionato: «Udinese fortissima, ci aspetta una gara molto dura, ma vogliamo muovere la classifica»

CROTONE – E’iniziata un’altra settimana di passione per il Crotone, che domenica prossima incontrerà alla “Dacia Arena” l’Udinese di Delneri, reduce dalla vittoriosa trasferta in casa dell’Atalanta. I pitagorici recuperano Rosi e Crisetig ,ma dovranno fare a meno di Capezzi squalificato. Infermeria ancora piena per i pitagorici con Claiton, Tonev e Mesbah ancora fermi ai box. Il resto del gruppo sta molto bene e il morale è a mille.

Tra i protagonisti in positivo della prima parte di stagione c’è sicuramente Marcus Rohden, centrocampista svedese scoperto dal diesse Peppe Ursino e che ha impiegato pochissimo tempo ad ambientarsi.

«Crotone – afferma – è una bellissima città e mi piace molto, non è molto grande ma questo non è affatto un problema, anzi. Tra l’altro anche io provengo da una città a misura d’uomo e anche per questo mi sono subito ambientato. Vivo qui con la mia fidanzata e nel tempo libero passeggiamo sul lungomare e cerchiamo di studiare l’italiano, qui si sta davvero molto bene».

Ottima la sua prestazione contro il Pescara da parte del nazionale svedese che però non si accontenta e punta ancora più in alto. «Abbiamo ottenuto una vittoria molto importante. All’inizio della stagione abbiamo avuto alcune incertezze, ma nel prosieguo del campionato siamo riusciti a crescere e ad esprimere un buon calcio raggiungendo la seconda vittoria e di questo siamo molto felici. A livello personale penso che fino ad ora per me sia stata un’esperienza molto positiva; sono consapevole di far parte di un’ottima squadra e anche se all’inizio ho vissuto un periodo di ambientamento anche per via della lingua ho avuto comunque l’opportunità di giocare tutte le partite e di migliorare nella tecnica e nel rendimento. Son un calciatore – aggiunge Rohden – che fa della corsa uno dei suoi punti di forza, ho anche messo a segno due assist vincenti, ma non sono ancora pienamente soddisfatto delle mie prestazioni e sono certo che continuando a lavorare potrò crescere ancora e migliorare. Ho iniziato bene l’avventura italiana, ma spero di fare ancora meglio nelle prossime gare».

La gara con il Pescara è già alle spalle, ma ha portato in dote, oltre ai punti, anche un carico di entusiasmo per una squadra giovane come quella crotonese è di vitale importanza. Rohden ci crede e non vuole fermarsi, cercando di infilare insieme ai compagni il secondo risultato utile consecutivo. «Ci aspetta una partita molto difficile, del resto ogni gara in Serie A è dura, questo ormai lo abbiamo capito da diverso tempo. L’Udinese oltretutto è una squadra fortissima, dovremmo mantenere alta la concentrazione, stare attenti nella fase difensiva e cercare a tutti i costi di ottenere un risultato positivo che ci consenta di muovere ancora la classifica».

Non sarà facile ma i pitagorici ci proveranno con tutte le loro forze. Alla Dacia Arena, in uno degli stadi più belli presenti in Italia, ci sarà un grande clima. I rossoblù in queste occasioni si sono spesso esaltati e l’obiettivo adesso è quello di portare a casa la prima vittoria in trasferta della stagione.

ALLENAMENTO. Oggi dopo una prima parte di sessione in sala video, i giocatori sono scesi in campo al Park Jonio di Steccato di Cutro: riscaldamento tecnico per reparti e forza funzionale e, a chiudere la sessione, le esercitazioni situazionali uno contro uno e due contro due, con i rossoblù divisi in due squadre. Cojocaru ha rimediato la lussazione del quinto dito della mano sinistra e non sarà a disposizione per circa 3 settimane. Claiton e Mesbah si sono allenati a parte, Fazzi non ha partecipato alla seduta a causa di un fastidio alla caviglia, mentre Nalini ha dovuto interrompere l’allenamento per un problema al ginocchio. Tonev, reduce dall’intervento al ginocchio, prosegue con la riabilitazione.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares